Giornale di informazione di Roma - Sabato 01 ottobre 2016
 
Seguici sui social:

 
 
 
 
 
Il pallonaro Roma
 
» Prima Pagina » Sport Roma » Il pallonaro Roma
 
 

La Roma espugna Bergamo

Atalanta battuta 2-1: a Moralez rispondono Ljajic e Nainggolan. Vittoria sofferta ma importante.

Fra mille sofferenze, ma arriva una vittoria pesantissima. La Roma di Rudi Garcia torna a vincere fuori casa espugnando il complicatissimo campo di Bergamo, dove l'Atalanta ha trovato subito il vantaggio, non è riuscita a difenderlo grazie alla reazione da grande squadra dei giallorossi, poi stretti nella propria trequarti nel secondo tempo. Nota positiva, finalmente, per Adem Ljajic, autore di un gol e un assist e finalmente decisivo in una gara molto molto complicata.

PRIMO TEMPO – Garcia sceglie Cole per Holebas sulla sinistra, mentre in attacco è di scena il tridente inedito Ljajic-Destro-Iturbe. La scelta dell'inglese, dettata forse dall'impegno di martedì in Champions a Mosca, potrebbe rivelarsi letale: è lui, infatti, dopo nemmeno un minuto di gioco, a farsi superare molto banalmente da Raimondi, che va sul fondo e scarica per Maxi Moralez, che batte De Sanctis con un destro sotto la traversa. La Roma sulle prime accusa il colpo e soffre tremendamente il pressing altissimo degli uomini di Stefano Colantuono, tanto da concedere una seconda, clamorosa occasione al 10': cross di Gomez da sinistra, uscita sbilenca di De Sanctis e colpo di Baselli a botta sicura che centra la traversa. L'episodio scuote la Roma, che subito dopo costruisce un'ottima occasione con Destro, che in velocità serve a Pjanic un pallone dal limite che il bosniaco spedisce, con una gran traiettoria, fuori di pochissimo. I giallorossi conquistano così metri di campo e, attuando a loro volta un buon pressing sui disimpegni atalantini, mostrano di poter colpire con fiammate pericolose. Cosa che avviene al 23', quando Destro fa una buona boa a centrocampo, Pjanic parte in contropiede e serve Ljajic, che in area rientra e batte Sportiello con un gran tiro a girare. Pur con poche occasioni e pochi spazi, la Roma dà una complessiva impressione di solidità. E, nel finale di tempo, colpisce ancora. L'azione è molto simile a quella della prima rete, con Nainggolan al posto di Pjanic a portare avanti il contropiede e a servire Ljajic, che stavolta restituisce il pallone al belga, che di sinistro infila Sportiello. E' il minuto 42, e sembra il colpo che può mandare ko l'Atalanta.

SECONDO TEMPO – Nella ripresa, invece, c'è il calo fisico della Roma, che corrisponde, invece, a un recupero di energie dei bergamaschi. C'è anche il consueto infortunio, e stavolta tocca a Torosidis, sostituito da Somma, all'esordio in Serie A, fuori ruolo sulla destra. Ovviamente i giallorossi perdono in esperienza e anche in spinta offensiva, mentre l'Atalanta gestisce un possesso di palla fluido e molto intenso. Garcia prova a correre ai ripari con Florenzi al posto di Iturbe. Gli sforzi dei padroni di casa culminano in un'occasione enorme al 26', quando De Rossi, in copertura, prova una giocata suicida nella propria area e favorisce Maxi Moralez, che si trova un pallone d'oro in piena area a tu per tu con De Sanctis ma manda incredibilmente fuori. Colantuono ci crede, e manda in campo Boakye e Bianchi per Gomez e Denis. Con una Roma visibilmente spompata e sorpresa, la pressione cresce ma è improduttiva. Nel lungo recupero Boakye si fa buttare fuori per proteste.

Dunque, una Roma che ha mostrato qualche segnale di cedimento (e di disattenzione) nel secondo tempo, ma soprattutto una Roma che porta a casa tre punti importantissimi, che danno continuità alla vittoria contro il Torino, che fanno affrontare la gara di Mosca in Champions con un certo slancio e che comunque danno un bel segnale al campionato. E' quel che più conta.

 

Simone Luciani

 

Atalanta-Roma 1-2

 

ATALANTA: Sportiello; Bellini (dal 24' s.t. Grassi), Stendando, Cherubin, Dramè; Gomez (dal 30' s.t. Boakye), Baselli, Carmona, Raimondi; Moralez; Denis (dal 30' s.t. Bianchi) (Avramov, Del Grosso, Scaloni, D'Alessandro, Biava, Zappacosta, Spinazzola, Molina). All. Colantuono.
ROMA: De Sanctis; Torosidis (dal 4' s.t. Somma), Manolas, Astori, Cole; Pjanic (dal 37' s.t. Keita), De Rossi, Nainggolan; Iturbe (dal 13' s.t. Florenzi), Destro, Ljajic (Skorupski, Strootman, Borriello, Holebas, Gervinho, Uçan, Emanuelson, Calabresi, Sanabria). All. Garcia.

ARBITRO: Massa di Imperia.

MARCATORI: Moralez (A) al 1', Ljajic (R) al 23', Nainggolan (R) al 42' p.t..

NOTE: spettatori 17.286, incasso 248.664 euro. Espulso Boakye (A) al 50' s.t. per proteste. Ammoniti Nainggolan (R), Carmona (A), Moralez (A), Pjanic (R), Astori (R), Somma (R), Boakye (A) per gioco scorretto, Keita (R) per comportamento non regolamentare. Recuperi: 0' p.t., 5' s.t..

[22-11-2014]

 
Lascia il tuo commento