Giornale di informazione di Roma - Mercoledi 28 settembre 2016
 
Seguici sui social:

 
 
 
 
 
Slam dunk
 
» Prima Pagina » Sport Roma » Slam dunk
 
 

La Virtus Roma una barzelletta

Ridicola sconfitta sul campo dell'ultima in classifica

Non paga di aver fatto ridere l'europa centrale con l'esilarante sconfitta in Eurocup sul campo del Nymburg al termine di tre rocamboleschi tempi supplementari, la compagnia di giro allestita da Alberani e guidata da Dalmonte fa tappa nelle Marche, a casa della derelitta Consultinvest Pesaro. Anche in questa occasione riesce il gioco di prestigio, con i padroni di casa che increduli e divertiti si aggiudicano 89-87 la loro prima partita in campionato, e saremo curiosi di vedere quante altre saranno al termine della stagione.

In controllo totale per oltre quindici minuti, durante i quali tocca il massimo vantaggio all'11' (17-34), la Virtus comincia inopinatamente a soffrire una scolastica zona 2-3 proposta dal coach avversario Dell'Agnello, in preda alla disperazione di fronte alla pochezza qualitativa e quantitativa dei suoi uomini.
Così gli istrioni di blu vestiti iniziano a sparacchiare dalla grande distanza, mentre i padroni di casa ritrovano inaspettato coraggio ed insieme a questo conclusioni avventate e fortunose, che contribuiscono ad erodere progressivamente lo svantaggio, sia pure ancora severo al termine dei primi 30' di gioco (63-71).

Ma è nell'ultimo quarto di gioco, esattamente come era accaduto in Repubblica Ceca mercoledì scorso, che dalla commedia si passa alla farsa, con attacchi scriteriati, forzature e amnesie difensive che permettono a Pesaro un primo sorpasso (77-76 al 36'), felicemente contrastato dall'unico giocatore degno di questo nome dell'intero roster romano, al secolo Bobby Jones, per poi capitolare di nuovo in seguito alle scelleratezze di Brandon Triche ed al canestro del pesarese Anthony Myles (Mvp dell'incontro coi suoi 27 punti) che riporta davanti i padroni di casa prima dello show finale dalla lunetta che evidentemente fa parte dei numeri da circo inclusi nel prezzo del biglietto.

Si conclude la settimana-horribilis della Virtus Roma, cominciata con la onorevole sconfitta interna con la forte Dinamo Sassari e proseguita con le due incredibili trasferte che hanno visto una squadra clamorosamente superiore dal punto di vista tecnico soccombere nello stesso modo, in preda ad amnesie che autorizzano il sorgere più di qualche dubbio sull'effettivo valore umano di questo gruppo di atleti.

Prossimo appuntamento in casa mercoledi 12 novembre alle ore 20,45 contro i tedeschi dell'Oldemburg, per una partita decisiva per le sorti della qualificazione e da affrontare possibilmente con maggiore serietà.

Andrea De Paolis

[08-11-2014]

 
Lascia il tuo commento