Giornale di informazione di Roma - Domenica 25 settembre 2016
 
Seguici sui social:

 
 
 
 
 
Slam dunk
 
» Prima Pagina » Sport Roma » Slam dunk
 
 

Roma, in Laguna ci sono i playoff

Clamorosa rimonta a Venezia e biglietto staccato per la post-season

Vittoria decisiva per l'Acea Roma, che espugna il campo della Reyer Venezia 75-83 e si qualifica matematicamente ai playoff. Una rimonta quasi incredibile quella che il quintetto virtussino ha prodotto nei secondi venti minuti di gioco, dopo che l'avvio della gara aveva visto i padroni di casa dominare in lungo e in largo il campo, senza che Roma opponesse nessuna resistenza.

Percentuali mostruose per i lagunari, che trovavano anche i 19 punti di vantaggio (32-13 al 13'), mandando a referto praticamente tutti i componenti del roster. Chiusa la prima frazione di gioco sotto di sedici punti (50-34), la Virtus trovava nella ripresa tutta la grinta che pareva essere rimasta a Roma, stringendo le maglie difensive e cominciando a trovare punti in attacco, grazie in particolar modo ai due esterni Phil Goss e Jimmy Baron, non a caso gli stessi che si erano salvati nel naufragio interno di sabato scorso contro Pistoia. Decisivo anche l'apporto del rientrante Bobby Jones, preferito a referto al giovane Kanacevic, mentre le cifre di Quinton Hosley si sono rivelate pessime al tiro ma confortanti ai rimbalzi (9).

Trovata la parità a 71 a tre minuti dal termine, Roma impediva sistematicamente il canestro ad una Venezia ormai stremata e senza motivazioni, salutata dal proprio pubblico a fine gara dallo stesso tipo di insulti che avevano accompagnato l'uscita dal campo dei giocatori romani non più tardi di otto giorni fa. Si sono infatti affrontate le due squadre peggiori del campionato italiano, almeno tenuto conto della ricchezza e profondità dei propri organici, ed il match che ne è uscito fuori ha rispecchiato fedelmente questa avvilente pochezza per ciò che concerne la fluidità offensiva.

La vittoria, si diceva, promuove a tutti gli effetti la Virtus ai playoff, con l'ultima giornata di regular season - domenica 11 maggio ore 20,30 contro la Cimberio Varese al Palatiziano - che servirà a designare l'avversario da affrontare ai quarti di finale (al meglio delle cinque gare e con eventuale bella in trasferta). Entrambe le ipotesi più probabili, Siena o Cantù, rappresenteranno degli ostacoli praticamente insormontabili per una delle peggiori edizioni della Virtus targata Claudio Toti, il cui futuro nella palla a spicchi appare quanto mai incerto alla luce delle recenti delusioni, sportive e no.

Andrea De Paolis

[04-05-2014]

 
Lascia il tuo commento