Giornale di informazione di Roma - Lunedi 26 settembre 2016
 
Seguici sui social:

 
 
 
 
 
Sanita' Roma
 
» Prima Pagina » Sanita' Roma
 
 

Muore dopo una risonanza magnetica all'Umberto I

Zingaretti: "Ho chiesto un'informativa dettagliata al direttore generale Alessio"

A giorni sarà eseguita l’autopsia sul corpo di Rosaria Mancini, la 53enne romana morta al Policlinico Umberto I dopo una risonanza magnetica. La donna è deceduta una settimana fa probabilmente a causa di un’allergia al liquido di contrasto inietatto prima dell’esame.

La Procura di Roma ha deciso di aprire un’inchiesta per far luce su quanto accaduto, i magistrati indagano per omicidio colposo. Sotto accusa ci sarebbe un'equipe medica del Policlinico Umberto I che avrebbe visitato la donna prima della risonanza. I sanitiari sarebbero stati a conoscenza dell’intolleranza della 53enne. Rosaria Mancini, con gravi problemi al pancreas, era al Policlinico per un controllo di routine in attesa di essere sottoposta ad un intervento.  

La donna è morta in 10 minuti di fronte al marito Roberto che ha assistito agli inutili tentativi di rianimazione e che poi ha deciso di presentare una denuncia negli uffici di piazzale Clodio. Un caso di presunta malasanità su cui ora la magistratura cercherà di fare chiarezza. In attesa che la magistratura faccia il suo lavoro anche il presidente della Regione Lazio Nicola Zingaretti vuole vederci chiaro. Zingaretti ha chiesto un’informativa dettagliata al direttore generale del Policlinico Umberto I Domenico Alessio riguardo al presunto caso di malasanità.

[18-04-2013]

 
Lascia il tuo commento