Giornale di informazione di Roma - Giovedi 14 dicembre 2017
 
Seguici sui social:

 
 
 
 
 
Cronaca Roma
 
» Prima Pagina » Cronaca Roma
 
 

Affittopoli alla romana, controllo sui contratti

indaga la Procura, anche la Regione apre inchiesta interna

Appartamenti di pregio di enti pubblici concessi ad affitti di favore a personaggi eccellenti; politici o imprenditori. La Procura di Roma indaga sulla cosiddetta "affittopoli alla romana” ed anche la Regione Lazio vuole vederci chiaro. Sul caso sollevato in merito alle vendite e agli affitti a prezzi stracciati degli immobili Ater di Roma l'assessore regionale alla casa Teodoro Buontempo, ha annunciato subito l’apertura di un'indagine amministrativa interna all'azienda.

A piazzale Clodio al momento si indaga contro “ignoti” e senza ipotesi di reato su quella che viene definita -dopo Milano- come la nuova affittopoli alla romana. Al vaglio c’è la verifica dell'esistenza di presunte assegnazioni a prezzi agevolati. Tra gli enti all’esame della procura c’è l’Ater, l’Ipab, il Sant'Alessio, l'Isma, l'Istituto di Santa Maria in Aquiro, l'Istituto romano di San Michele. Gli inquirenti chiederanno di acquisire, per quei casi che dovessero essere ritenuti sospetti, gli elenchi degli assegnatari allo scopo di valutare la congruità dei canoni versati rispetto al valore di mercato degli immobili occupati.

Tra i nomi eccellenti che avrebbero usufruito di agevolazioni ci sarebbe anche l’assessore comunale alla Casa Alfredo Antoniozzi, che per il suo ufficio di 123 mq in piazza Campitelli 10, a due passi dal Campidoglio pagherebbe un prezzo fuori mercato. L'esponente di giunta ha chiarito che "il canone di affitto è di 2700 euro al mese, e non poco più di mille come erroneamente riportato da un quotidiano e "rispecchia il valore di mercato". A sostegno delle argomentazioni di Antoniozzi è intervenuto Enzo Tomatis, ex presidente Ipab Sant'Alessio, che affittò l'immobile nel 1999.

ESPOSO CORTE DEI CONTI - Il Presidente nazionale e Capogruppo in Regione Lazio dei Verdi, Angelo Bonelli, ha sollecitato la convocazione di un consiglio regionale straordinario ed annunciato la presentazione di un esposto alla Corte di Conti per la valutazione degli eventuali danni all'erario.

Il Presidente nazionale e Capogruppo in Regione Lazio dei Verdi, Angelo Bonelli, ha sollecitato la convocazione di un consiglio regionale straordinario ed annunciato la presentazione di un esposto alla Corte di Conti per la valutazione di eventuali danni all'erario.

 
 

[28-02-2011]

 
Lascia il tuo commento
 
 
 
  CORRELATE