Giornale di informazione di Roma - Domenica 17 dicembre 2017
 
Seguici sui social:

 
 
 
 
 
Cronaca Roma
 
» Prima Pagina » Cronaca Roma
 
 

Sapienza: primo impianto italiano di cogenerazione ibrida

Frati "questo č solo l'inizio di una nuova sperimentazione"

E’ il primo impianto italiano con questa tecnologia, e assicurerà la produzione di energia elettrica per i campi sportivi della Sapienza di Tor di Quinto ed il riscaldamento della grande piscina dell’ateneo.

Il sistema chiamato di “cogenerazione ibrida” permette un risparmio del 25% rispetto agli impianti tradizionali con un calo delle emissioni in atmosfera.

"Abbattimento costi e rispetto dell'ambiente che servirà all'attività di base per i cittadini e gli atleti - ha affermato Paolo Barelli presidente della Fin, federazione italiana nuoto- può partire lo sviluppo per tutti gli impianti sportivi".

Il sistema di cogenerazione permette un risparmio del 25% rispetto agli impianti tradizionali e, soprattutto le emissioni in atmosfera calano del 15 - 20% in funzione della quota di idrogeno introdotta. Ma non solo, il guadagno è anche economico. A fronte di un investimento iniziale di 70mila euro per l'impianto di cogenerazione e di 100mila euro per l'elettrolizzatore si arriva ad un risparmio annuo del 30% sul costo della bolletta energetica.

"Questo è solo il principio di una nuova sperimentazione - ha concluso il rettore della Sapienza Luigi Frati - abbiamo progetti già avviati anche con altre università".

COME FUNZIONA  -  L'impianto è costituito da un elettrolizzatore, alimentato da energia solare, per la produzione di idrogeno destinato all'arricchimento del metano necessario all'alimentazione di un gruppo di cogenerazione che assicurera la produzione combinata dell'energia elettrica.

 
 

[25-02-2011]

 
Lascia il tuo commento
 
 
 
  CORRELATE