Giornale di informazione di Roma - Martedi 12 dicembre 2017
 
Seguici sui social:

 
 
 
 
 
Cronaca Roma
 
» Prima Pagina » Cronaca Roma
 
 

Incidente ponte Palatino, si cerca una seconda auto

il ragazzo avrebbe imboccato il ponte a 130 km/h

i vigili del fuoco mentre recuperano l'auto finita nel tevere

I vigili urbani sarebbero alla ricerca di una seconda auto presente sul luogo dell’incidente che, all’alba di giovedi’, e’ costato la vita ad un 23 enne.

Alfredo Maria Capaldo ha perso il controllo della sua Mini Cooper, e dopo aver sfondato il parapetto di ponte Palatino è finito nel tevere ed e’ morto, dopo un volo di circa 15 metri. La drammatica carambola è avvenuto poco prima delle 4: non e’ ancora del tutto chiara agli inquirenti la dinamica dell'incidente.

Secondo gli esperti il ragazzo avrebbe imboccato quello che in citta’ viene chiamato il "ponte inglese" almeno a 130 all’ora. La mini in curva si sarebbe rovesciata su un fianco e, dopo aver abbattuto il papapetto metallico, e’ caduta in acqua, inabissandosi. In quel punto il fiume raggiunge una profondità di 5 metri. Le indagini, affidate al nono gruppo della polizia municipale, vanno in diverse direzioni e mirano a scoprire se nella corsa fosse coinvolta un'altra vettura o se il ragazzo al momento dell’incidente era al telefonino o e’ rimasto vitima di un colpo di sonno. La mini e’ ora sotto sequestro per verificare anche l’ipotesi del cedimento strutturale della vettura.

 
 

[23-03-2007]

 
Lascia il tuo commento
 
 
 
  CORRELATE