Giornale di informazione di Roma - Martedi 12 dicembre 2017
 
Seguici sui social:

 
 
 
 
 
Cinema
 
» Prima Pagina » Cinema
 
 

L'esplosivo piano di Bazil

di Jean-Pierre Jeunet. Con Dany Boon, André Dussollier

di Svevo Moltrasio

Lo strampalato Bazil, con un proiettile conficcato nella testa, si ritrova adottato da una serie di altrettanto strambi personaggi che vivono in una caverna parigina. Il gruppetto, capitanato proprio dal nuovo arrivato, si mette in testa di dare una lezione a potenti trafficanti d'armi. Se ne vedranno delle belle...

Il nuovo film del francese Jean-Pierre Jeunet arriva a ben sei anni da UNA LUNGA DOMENICA DI PASSIONI che non aveva saputo replicare il successo planetario del precedente IL FAVOLOSO MONDO DI AMELIE. Prodotto dalle ambizioni più ridotte – cast di volti noti solo in patria – il film non ha comunque scaldato la critica francese né tanto meno il pubblico.

Il regista gioca sempre con lo stesso materiale e anche questa storia, che si svolge a Parigi, trova la sua naturale ambientazione tra gli angoli e i sotterranei più impensabili della capitali francese. Il mondo raccontato è quella di una comunità al margine che tira avanti con trucchetti più o meno ingegnosi e che si stringe in una solidarietà unica fonte di autodifesa.

Insomma chi conosce il cinema di Jaunet – soprattutto i film precedenti al boom di Amelie – non troverà niente di nuovo, con situazioni riproposte senza troppa vivacità, e un’ironia che, tra citazioni e omaggi alle commedie del muto, per quanto fantasiosa ha perso la spontaneità degli esordi. Qualche innocuo riferimento all’attualità non allontana il film da un divertissement piuttosto risaputo che finisce proprio come ci si immagina.

 


Secondo te quanti euro merita??
 
 
TAG: - Jeunet - Boon
 

[16-12-2010]

 
Lascia il tuo commento