Giornale di informazione di Roma - Sabato 16 dicembre 2017
 
Seguici sui social:

 
 
 
 
 
Altre di Cinema
 
» Prima Pagina » Cinema » Altre di Cinema
 
 

''Dive!'' al Goethe-Institut

Rassegna dedicata alle più grandi attrici del cinema tedesco di ieri e di oggi

Il Goethe-Institut di Roma rende omaggio al fascino delle icone femminili del cinema tedesco di ieri e di oggi con la rassegna “Dive! – Da Marlene alle nuove protagoniste del cinema tedesco”.

Dopo il ciclo di proiezioni dedicato a Marlene Dietrich lo schermo è tutto per Hildegard Knef, star del cinema tedesco del secondo dopoguerra e una delle pochissime donne europee ad aver lavorato anche a Broadway. La Knef è stata spesso paragonata alla più famosa Marlene per la sua brillante carriera di cantante, oltre che di attrice. Prima di lasciare la Germania per Hollywood fu protagonista dello scandalo legato a “Die Sünderin” (“La Peccatrice”), primo film tedesco a mostrare un nudo integrale (nel 1951).

Prima di trasferirsi negli Stati Uniti Hildegard Knef recitò nel primo film girato in Germania dopo la guerra: “Die Mörder sind unter uns” (“Gli assassini sono tra noi”) del 1946. Benché gli avvenimenti fossero ancora troppo vicini per poter effettuare una reale analisi, il film rappresenta il primo tentativo del cinema tedesco di occuparsi dei crimini del nazionalsocialismo.
Nel film - in programma presso l’Auditorium del Goethe-Institut Giovedì 25 Novembre alle ore 20.45 - la Knef è una sopravvissuta dei campi di concentramento che si trova a dividere il suo appartamento con il dottor Mertens, il nuovo occupante. Un giorno Mertens incontra per caso il suo ex capitano, responsabile della fucilazione di civili durante la guerra, e decide di ristabilire la giustizia …

La rassegna “Dive! – Da Marlene alle nuove protagoniste del cinema tedesco” proseguirà con gli omaggi a Romy Schneider -  affrancata dal cliché della Principessa Sissi in film quali “Mädchen in Uniform” (“Ragazze in uniforme”, 1958), e l’italiano “Fantasma d’amore” (1981) - e ad Hanna Schygulla,.

Le proiezioni della rassegna sono a ingresso gratuito fino a esaurimento posti.
Le proiezioni sono in lingua originale con sottotitoli in italiano.

Per maggiori informazioni si consiglia di visitare il sito ufficiale del Goethe-Institut.


[23-11-2010]

 
Lascia il tuo commento