Giornale di informazione di Roma - Lunedi 11 dicembre 2017
 
Seguici sui social:

 
 
 
 
 
Cronaca Roma
 
» Prima Pagina » Cronaca Roma
 
 

Ipotesi tutor sul grande raccordo anulare

Autostrada Roma - Latina: sbloccati i fondi del Cipe. Tra un anno i lavori

Dopo i pedaggi stanno arrivando anche i tutor. L’ipotesi dell’Anas arriva dopo il rapporto dell’Aci che ha definito il grande raccordo anulare l’autostrada più pericolosa d’Italia. L’installazione sull’anello autostradale romano del sistema di rilevamento delle velocità medie è, al momento, solo in fase di studio.

"La nostra ipotesi è di installare dei tutor sul Grande raccordo anulare di Roma -ha detto il presidente Anas Pietro Ciucci- siamo in una fase sperimentale perché non è certo cosa facile, però ci stiamo lavorando". Ciucci ha spiegato che la forte incidentalità registrata sull'infrastruttura romana può essere ricondotta "alla grande massa di traffico, come pochissime strade d'Italia. Noi ci occupiamo della sicurezza infrastrutturale, ma la cosa più importante è il rispetto delle regole".

L’idea di installare sul gra il sistema che multa “le velocita’ medie” degli automobilisti indisciplinati arriva proprio nel giorno in cui il cipe ha deciso di sbloccare 468 milioni di euro. Soldi indispensabili per la realizzazione dell’autostrada Roma (Tor de Cenci) – Latina.

ECCO LA MAPPA DEL TRACCIATO AUTOSTRADALE: ROMA - LATINA


I restanti 711 milioni di contributo pubblico sono stati inseriti nel piano programmatico del governo delle infrastrutture 2011-2013. Entro due mesi verrà pubblicato il bando di gara e tra circa un anno, dopo l’aggiudicazione dell’appalto, dovrebbero invece partire i lavori.

Oltre al tratto tra Tor de Cenci e Latina per68,3 chilometri si realizzerà anche la Cisterna – Valmontone per 31 chilometri e mezzo e opere concesse come la tangenziale di Latina. Nel progetto sono previsti lavori per la strada che porterà al casello di Aprilia Nord e Sud e a quello di Artena-Cori-Lariano e Labico.

PEDAGGIO GRA - MARCHI "Gratis per i romani" - "Ho partecipato personalmente al tavolo convocato alcune settimane fa presso il Ministero dell'Economia, alla presenza anche dei vertici dell'Anas - ha detto l'assessore alle Politiche della Mobilità di Roma Capitale, Sergio Marchi- per la questione relativa al pedaggio sul Grande Raccordo Anulare ed è stata ribadita l'assoluta gratuità, anche in futuro, per i cittadini romani. Per quanto riguarda i cittadini dell'hinterland - prosegue Marchi - sono a conoscenza che è stato aperto un analogo tavolo ministeriale con la Provincia di Roma e la Regione Lazio".

MALCOTTI - “Come noi avevamo chiesto, il Grande Raccordo Anulare resterà gratuito per tutti coloro, romani e non, che lo utilizzeranno come strada di collegamento urbano” lo ha detto Luca Malcotti, assessore alle Infrastrutture e Lavori Pubblici della regione Lazio. “Adesso – conclude – ci aspettiamo che si trovi una soluzione anche per i pendolari”
 
 

[18-11-2010]

 
Lascia il tuo commento
 
 
 
  CORRELATE