Giornale di informazione di Roma - Lunedi 11 dicembre 2017
 
Seguici sui social:

 
 
 
 
 
Cronaca Roma
 
» Prima Pagina » Cronaca Roma
 
 

Burtone, il riesame respinge la richiesta di scarcerazione

Alemanno ''il riesame ha fatto bene''

Resta in carcere Alessio Burtone, il ragazzo arrestato per aver provocato, l’8 ottobre, la morte dell'infermiera rumena Maricica Hahaianu , colpita con un pugno alla fermata della metro Anagnina.

Oggi il Tribunale del riesame ha respinto la richiesta dell’avvocato Fabrizio Gallo, che chiedeva la scarcerazione del suo assistito o, in subordine, gli arresti domiciliari. Il legale di Burtone ha già anticipato che ricorrerà alla Corte di cassazione. La difesa sta giocando tutte le sue carte per alleggerire la posizione dell’imputato, introducendo nuovi elementi.

Innanzitutto un filmato nel quale si vede la donna a terra che da’ segni di vita, dopo il colpo subito, e dal quale si può calcolare che i soccorsi del 118 arrivarono ben 17 minuti dopo l’accaduto. Troppi per il legale di Burtone, che sostiene come il ritardo nei soccorsi potrebbe aver pregiudicato le possibilità di salvezza dell’infermiera rumena. Sono state presentate anche due testimonianze su presunte provocazioni che Burtone avrebbe subito dalla donna prima dell’aggressione fatale. Tutto questo però non è sembrato bastare al Tribunale del riesame che ha ritenuto necessario il carcere per il ragazzo, che è detenuto a Regina Coeli da circa un mese. Laconico il commento del sindaco Alemanno alla decisione del riesame "ha fatto bene", ha detto subito dopo aver appreso la notizia che Burtone resterà in carcere.
 
 

[12-11-2010]

 
Lascia il tuo commento
 
 
 
  CORRELATE