Giornale di informazione di Roma - Mercoledi 13 dicembre 2017
 
Seguici sui social:

 
 
 
 
 
Cronaca Roma
 
» Prima Pagina » Cronaca Roma
 
 

Ragazzo gay picchiato vicino al Colosseo

una telecamera potrebbe aver ripreso tutto

Una telecamera da un edificio di una scuola potrebbe aver ripreso il pestaggio. L "occhio elettronico" potrebbe fare chiarezza sull'aggressione al giovane gay 22enne picchiato nella notte tra martedì 24 e mercoledì 25 maggio da un gruppo di italiani in via del Fagutale, vicino al Colosseo. 

LA DENUNCIA - Lo ha riferito Daniele Stoppello, avvocato del ragazzo aggredito. La telecamera è posizionata fuori da una scuola, esattamente di fronte al luogo in cui la vittima è stata accerchiata e picchiata. Dopo aver presentato questa mattina la denuncia alla Digos di Roma, il giovane è tornato con gli agenti della Questura sul luogo dell'aggressione, ricordando quanto è successo e ripercorrendo quei momenti passo dopo passo, quando nella notte stava per raggiungere le scale che portano in via Cavour. «Siamo pienamente disponibili a collaborare con gli investigatori per far luce sulla vicenda», ha spiegato l'avvocato Stoppello lasciando via del Fagutale. E infatti la Procura di Roma ha deciso di aprire un fascicolo d’inchiesta sull'aggressione. Gli inquirenti attendono dagli investigatori una informativa.

ALEMANNO - Il sindaco Gianni Alemanno ha detto no ad una legge contro l'omofobia. "Sono contrario ad una legge sull'omofobia dal punto di vista complessivo, perché avrebbe inevitabilmente dei contenuti ideologici. Sono invece favorevole ad una aggravante specifica per i reati di violenza", ha spiegato il primo cittadino. "Una legge che introduce il reato di opinione - ha aggiunto - può essere problematica per molti aspetti e quindi è inaccettabile". 

 
 

[31-05-2010]

 
Lascia il tuo commento
 
 
 
  CORRELATE
 
 
 
 
 
 
  • I video della notizia
 
 
  CORRELATE