Giornale di informazione di Roma - Lunedi 18 dicembre 2017
 
Seguici sui social:

 
 
 
 
 
Cronaca Roma
 
» Prima Pagina » Cronaca Roma
 
 

Una casa per Scajola

Zampolini ''portai gli assegni circolari al ministro''

L’ex pm e ora parlamentare dell'Italia dei Valori Antonio di Pietro ha presentato una mozione di sfiducia in parlamento nei confronti del ministro dello sviluppo economico Claudio Scajola, la mozione di sfiducia riguarda la vicenda dell’appartamento con vista sul Colosseo, in via del Fagutale.

L’acquisto dell’immobile da parte del ministro è finito al centro di un’inchiesta della Procura, anche se Scajola al momento non risulta indagato.

Il sospetto è che il ministro, per l’acquisto nel 2004, abbia utilizzato compensi provenienti da Diego Anemone, uno degli imprenditori ora in carcere nell’ambito dell’inchiesta sul g8, come contropartita per l’aggiudicazione di alcuni appalti per conto del Viminale. Conferme a sostengo degli inquirenti sarebbero arrivate da una deposizione dell’architetto Zampolini, regista dell’operazione, messa a verbale il 23 aprile scorso. Zampolini (l'architetto del nuovo centrale del tennis) avrebbe smentito la versione presentata dallo stesso ministro che ha sempre escluso di aver ricevuto altri soldi oltre ai 610.000 euro che risultano nel documento notarile.

"Il giorno del rogito portai gli assegni circolari direttamente al ministero, dove si doveva stipulare l'atto -avrebbe dichiarato Zampolini- Ricordo che erano presenti il ministro Claudio Scajola, le due venditrici e il notaio. Consegnai i titoli direttamente al ministro".

ANEMONE - "Non ho dato denaro a nessuno, tanto meno ad Angelo Zampolini, e non ho contribuito ad acquistare le case di nessuno": così il costruttore Diego Anemone dopo le notizie che lo hanno riguardato negli ultimi giorni. "Il mio assistito continua a proclamarsi completamente estraneo a ogni addebito" ha detto l'avvocato Gianluca Riitano.

"Se dessero ai romani il contatto con l’agenzia immobiliare che ha favorito questo affare, ci andremmo tutti", ha detto il presidente della Provincia di Roma, Nicola Zingaretti. "Certo che 180 metri quadri a 600 mila euro per un appartamento su vista sul Colosseo è qualcosa di surreale per qualsiasi romano che cerca casa o che paga un affitto: o si tratta di circonvenzione di incapace - conclude Zingaretti - o c’è qualcosa che non sappiamo, o c’è qualcosa che non torna".

 
TAG: scajola
 

[03-05-2010]

 
Lascia il tuo commento
 
 
 
  CORRELATE