Giornale di informazione di Roma - Mercoledi 13 dicembre 2017
 
Seguici sui social:

 
 
 
 
 
Cronaca Roma
 
» Prima Pagina » Cronaca Roma
 
 

Strage di via Montanari

sentenza esemplare per i responsabili

Otto anni a Simone Perrino, sette anni e quattro mesi ad Alessandro Cresta, cinque anni a Luigi Pignoloni, per tutti l’interdizione dai pubblici uffici e la sospensione della patente di guida per quattro anni. E’ la sentenza di condanna emessa dal tribunale di Civitavecchia  nei confronti dei tre automobilisti responsabili della strage di via Montanari a Fiumicino, avvenuta la mattina del 26 febbraio del 2008.

Nell’incidente, uno dei più gravi degli ultimi anni sulle strade della nostra regione, morirono cinque persone. Bianca Lorena Ciobanu, 7 anni, la sorella Ioana Andrea, 14 e la mamma Rotzinca di 32, romene; Marzia Micarelli di 36 anni e Jessica Merlini di 13.

Gli automobilisti, tutti romani, sono stati condannati con la formula del rito abbreviato, per cui hanno potuto usufruire dello sconto di un terzo della pena, riconosciuti colpevoli di omicidio colposo plurimo. “Una condanna esemplare e giusta” ha commentato il sindaco di Fiumicino Mario Canapini. Secondo la ricostruzione fatta in aula, la Stilo, guidata dall’allora 21enne Perrini avrebbe tamponato a velocità sostenuta la Mitsubishi guidata dal 67enne Pignoloni che arrivava nella direzione opposta; dopo l’impatto sarebbe sopraggiunta la Golf di Cresta che dopo aver urtato violentemente il pick up avrebbe sbandato e travolto le persone in attesa alla fermata dello scuolabus.

 
 

[27-04-2010]

 
Lascia il tuo commento
 
 
 
  CORRELATE