Giornale di informazione di Roma - Domenica 17 dicembre 2017
 
Seguici sui social:

 
 
 
 
 
Tecnologie
 
» Prima Pagina » Tecnologie
 
 

Informazione web a pagamento

futuro certo o utopia?

 In questi giorni si sta parlando molto di infomazione on-line, di non permettere più l'accesso immediato e gratuito alle notizie sui quotidiani on-line. Spesso, tutti noi, senza acquistare un quotidiano cartaceo cerchiamo notizie e aggiornamenti su internet. Bene questa possibilità potrebbe venir meno in un futuro molto prossimo. Per fare un esempio, Repubblica, ha lanciato un applicato a pagamento per iPhone per avere tutte le notizie sempre aggiornate ed in tempo reale. Esiste la possibilità per la maggioranza dei quotidiani nazionali di abbonarsi on-line, di visualizzare quindi l'equivalente cartaceo direttamente sul pc.

Tutto a pagamento quindi, è quanto afferma Rupert Murdoch, magnate dell'informazione mondiale, sottolineando che il modello business attuale funziona male.
 "La stampa, ha spiegato Murdoch,  sta attraversando un epocale dibattito sull'opportunità di dare accesso ai propri siti gratis o a pagamento". Dalla nostra esperienza al Wall Street Journal (ndr a pagamento dal 1996) è ovvio che è possibile far pagare. Ora stiamo esaminando la possibilità di farlo anche per i nostri giornali nel Regno Unito. L'era attuale di internet", dove l'informazione giornalistica viene data gratis presto, sarà finita".
Corriereromano.it è nato per offrire informazione e servizi in maniera gratuita, La forza di questo giornale è motivata dall'unione e dalla passione di tutto coloro che collaborano affinché questo giornale on-line possa crescere e migliorare ogni giorno.

"La crisi del settore - ha spiegato Filippo Bellantoni, giornalista e fondatore del portale internet Corriereromano.it- e la carenza di pubblicità non può certo essere sopperita facendo pagare agli utenti la visualizzazione di notizie. Non credo che l'iniziativa abbia seguito, difficile poi costringere un lettore che ha sempre usufruito gratuitamente di un servizio a dover pagare. A meno che non si offra qualcosa di unico e introvabile. Corriere Romano rimarrà "libero", siamo nati come testata indipendente e con l'idea di arricchire il portale anche con il contributo dei lettori, attraverso commenti, proposte e correzioni."

Per consigli o segnalazioni scrivete a: tecknologie@corriereromano.it

Stefano Soriano


 
 

[24-11-2009]

 
Lascia il tuo commento
 
 
 
  CORRELATE