Giornale di informazione di Roma - Lunedi 11 dicembre 2017
 
Seguici sui social:

 
 
 
 
 
Cronaca Roma
 
» Prima Pagina » Cronaca Roma
 
 

La tv nel Lazio è digitale

dubbi e difficoltà per la sintonizzazione

Ha creato qualche difficoltà soprattutto alle persone più anziane il passaggio alla tv digitale. In pochi erano realmente pronti a installare i decoder che consente di vedere ancora la televisione in chiaro. Sin dal mattino, sono state le associazione di consumatori a dare voce ai cittadini più in difficoltà: alcuni non vedevano nulla, altri hanno perso nel cambio i canali preferiti.
Per l’occasione, l’adiconsum ha allestito uno stand iformativo di fronte alla stazione termini.

Molti i cittadini che dalle 11 alle 18 hanno portato i loro decodificatori per chiedere aiuto agli antennisti nella risintonizzazione.

L’Adoc, invece, ha messo l’acccento sull’aspetto economico del passaggio. All’appuntamento con lo switch off, il 25% dei televisori di Roma non avevano ancora il decoder. Molti cittadini sono corsi ai ripari, comprando in fretta televisori nuovi o un decoder per ogni televisore. La spesa media in questo caso sarebbe di circa 120 euro a famiglia, ai quali vanno aggiunti i costi per l'antennista: 35 euro per un professionista convenzionato, oltre 60 euro per gli altri. In proposito, la Regione lazio ha messo a disposizione un contact center al numero 800-900-707.

Altra problematica sta emergendo è quello dello smaltimento dei vecchi televisori. L’ama ha predisposto il 6 isole ecologiche e 6 centri di raccolta, oltre a un servizio a pagamento per il ritiro a domicilio. I dettagli basta contattare il centralino chimaroma 060606. L’abbandono nei cassonetti o in strada comporta una multa da 103 a 619 euro.

 
 

[16-11-2009]

 
Lascia il tuo commento
 
 
 
  CORRELATE