Giornale di informazione di Roma - Lunedi 11 dicembre 2017
 
Seguici sui social:

 
 
 
 
 
Il pallonaro Roma
 
» Prima Pagina » Sport Roma » Il pallonaro Roma
 
 

Roma, pari in extremis a Londra

Sotto per un errore di Doni, i giallorossi trovano il pari al 93' con Andreolli. Menez fallisce un rigore.

A Londra per dimenticare Milano, e per fare punti in Europa League. Con questo spirito la Roma di Claudio Ranieri fa visita al Fulham per chiudere il ‘minigirone’ d’andata, iniziato male a Basilea e proseguito con la vittoria col CSKA di Sofia.
L’allenatore di Testaccio mette in atto un ampio turn over: in difesa Burdisso viene spostato sulla destra, con Andreolli centrale. Sulla mediana si rivede Brighi, mentre l’esterno sinistro è Guberti. In attacco Okaka fa coppia con Menez. La gara si mostra subito complicata, con un paio di rischi: sul primo Burdisso sfiora l’autogol in chiusura, sul secondo Doni devia un tiro di Greening. Si capisce subito l’andazzo della partita: Brighi è molto a disagio nel ruolo di mediano, con compiti diversi da quelli che aveva con Spalletti, e sugli esterni Taddei e Guberti sembrano piuttosto timidi. Così, il Fulham conquista la supremazia a centrocampo. E trova il gol. Su azione di corner, Hangeland brucia Andreolli e beffa Doni, completamente a vuoto in uscita. E’ il 24’. Il tentativo di reazione dei giallorossi è piuttosto debole, e anzi la coppia d’attacco Kamara-Zamora sembra poter mettere in difficoltà i centrali romanisti. L’unica occasione per il pari del primo tempo parte dal sinistro di Riise, che di esterno impegna severamente Schwarzer. Dall’altra parte, Doni rischia di fare la seconda frittata su Zamora, ma dopo un’uscita fuori tempo riesce a salvarsi.


Nel secondo tempo, Ranieri rivoluziona la squadra: Pizarro a cercare le geometrie al posto di Brighi, e Perrotta al posto di uno spento Okaka, fisicamente inferiore ai difensori del Fulham. E l’atteggiamento della squadra cambia, diventando più aggressivo. Al 9’, spunto di Menez, la cui conclusione dai 16 metri viene deviata in corner. Due minuti dopo, il francese viene atterrato in area da Kelly: l’arbitro nega un rigore netto. Dall’altra parte, Doni compie una grande uscita bassa su Kamara. Al 18’, Ranieri si gioca il tutto per tutto con Vucinic al posto di Taddei. Tre minuti dopo, nuova fiammata di Menez che prova il tiro cross dal centrodestra, ma Perrotta non arriva di poco alla deviazione. Al 27’, Vucinic prova la botta improvvisa dai 20 metri, ma Schwarzer si salva ancora. Alla mezz’ora, la grande occasione: inserimento di Riise in area e sgambetto di Kelly. Stavolta il rigore c’è, e c’è anche l’espulsione del difensore del Fulham. Ma l’entusiasmo e la prospettiva che la gara cambi totalmente gli equilibri dura poco: dal dischetto va Menez (scelta discutibile) e Schwarzer para. La Roma accusa il colpo, e concede anche qualche spazio in difesa. In attacco, invece, l’assalto si fa meno intenso. Bisogna attendere gli ultimi minuti per il colpo di scena: è il terzo minuto di recupero quando Mexes conquista un angolo. Sul cross di Pizarro, conclusione di Andreolli che trafigge finalmente Schwarzer. Pareggio più che meritato, che sarebbe dovuto però arrivare prima.
La Roma di Ranieri ha dimostrato ancora una volta (ma con un lento ma indubbio progresso) pregi e difetti: abbastanza solida in difesa, anche se con preoccupanti svarioni dei singoli, e capacità di lottare fino alla fine. Ma anche fasi di aridità in costruzione e, soprattutto, difficoltà nel buttarla dentro. In Europa League la situazione è tutt’altro che facile, anche se il pareggio semplifica un po’ il lavoro. Domenica col Livorno obbligo di vincere.

Simone Luciani

FULHAM: Schwarzer; Kelly, Hughes, Hangeland, Konchesky (1' s.t. Pantsil); B.Riise (30' s.t. Duff), Greening, Baird, Gera; Zamora (17' s.t. Nevland), Kamara. (Stockdale, Smalling, Dempsey, Anderson). All. Hodgson.
ROMA: Doni; Burdisso, Mexes, Andreolli, J.Riise; Taddei (18' s.t. Vucinic), Brighi (1' s.t. Pizarro), De Rossi, Guberti; Menez, Okaka (1' s.t. Perrotta). (Lobont, Cassetti, Baptista, Greco). All. Ranieri.
ARBITRO: Allaerts (Bel).
MARCATORI: Hangeland (F) al 24' p.t.; Andreolli (R) al 48' s.t.
NOTE: serata piovosa, terreno in buone condizioni. Spettatori 20.000 circa. Al 31' st espulso Kelly per gioco scorretto. Ammonito Vucinic. Recupero: 1' p.t.; 3' s.t.

 
 

[23-10-2009]

 
Lascia il tuo commento
 
 
 
  CORRELATE