Giornale di informazione di Roma - Sabato 16 dicembre 2017
 
Seguici sui social:

 
 
 
 
 
Cronaca Roma
 
» Prima Pagina » Cronaca Roma
 
 

Roma verso la candidatura alle Olimpiadi del 2020

consensi bipartisan

"La scelta di Rio de Janeiro come sede delle Olimpiadi del 2016 apre una grande possibilità per l'Italia e per Roma, per la successiva edizione del 2020. Credo che il presidente Petrucci abbia fatto bene a manifestare un interesse per l'Italia e credo che Roma debba avanzare la propria candidatura per i Giochi del 2020. Dopo più di mezzo secolo dalle fantastica edizione del 1960 possiamo sognare di portare gli anelli olimpici nella capitale d'Italia".

Ci prova il sindaco Gianni Alemanno a lanciare la candidatura di Roma per le Olimpiadi del 2020, alla guida del comitato ci potrebbe essere Giovanni Malagò, il patron dei mondiali di Nuoto. In lizza per l'edizione dei giochi del 2020 ci sono anche Madrid e forse Venezia. 

Sarebbe un evento importantissimo per la città, già "scippato" nel 2004 da Atene, all´epoca risarcita per la mancata scelta delle Olimpiadi precedenti, quella in cui si festeggiava il centenario dei Giochi moderni. Allora c´erano Rutelli sindaco e Ranucci direttore del comitato promotore. Oggi, in preparazione di quelli del Venti del Terzo Millennio, potrebbe esserci Giovanni Malagò. Un veterano del campo, si potrebbe dire, visto che è stato il patron del Mondiali di nuoto del luglio scorso. Evento record: per spettatori, medaglie vinte e - purtroppo - deficit. Otto milioni e mezzo di mancati introiti, per l´esattezza, che Comune e Federazione nuoto dovranno pagare.

VELTRONI "Sono convinto che Roma sia la citta' ideale per ospitare le Olimpiadi, ma credo ci si debba arrivare con il concorso di tutto il Paese". Cosi', l'ex sindaco di Roma Walter Veltroni ha sottolineato che "per le Olimpiadi del 2020 l'Itala debba presentarsi con una candidatura forte e autorevole, che sia sostenuta da tutte le forze politiche". "Prima di lanciare candidature - ha aggiunto - e' importante verificare che ci sia unita' e concordia". Perche', "se perdiamo la sfida del 2020, se ne riparla nel 2085: quindi non possiamo lasciarci scappare questa possibilita'".

Insomma una candidatura che raccoglie consensi bipartisan. Dopo l´annuncio del sindaco Gianni Alemanno il presidente della Regione Piero Marrazzo ha sottolineato che "tutte le istituzioni devono ora mettersi a lavoro per rendere la candidatura di Roma forte e vincente"

 
 

[03-10-2009]

 
Lascia il tuo commento
 
 
 
  CORRELATE