Giornale di informazione di Roma - Martedi 12 dicembre 2017
 
Seguici sui social:

 
 
 
 
 
Cronaca Roma
 
» Prima Pagina » Cronaca Roma
 
 

Bianchini resta in carcere

trovate nella sua abitazione bambole di cera e libri sulla criminologia

 Resterà in carcere Luca Bianchini, il ragioniere di 32 anni accusato di essere il presunto stupratore seriale che ha terrorizzato le notti della citta’.

Bianchini, di fronte al gip Roberto Amorosi e al Pm Antonella Nespola è tornato a difendersi “Sono certo di essere vittima di un errore giudiziario, sono innocente” ha detto al termine dell’interrogatorio di garanzia, durato circa un ora e mezza.

 Il giudice per le indagini preliminari ha poi convalidato il fermo per il 32enne emettendo un’ordinanza di custodia cautelare in carcere. viste le condizioni psicologiche dell’uomo, che ha più volte minacciato il suicidio, il gip ha disposto oltre all’isolamento anche la sorveglianza 24 ore su 24.

Il presunto stupratore ha chiesto di rifare il test del dna , risultato compatibile con tre violenze sessuali avvenute nei garage: quella del 4 giugno scorso alla Bufalotta ai danni di una giornalista, le due violenze di Tor Carbone; del 5 aprile e dello scorso 3 luglio in via Sommer ai danni di una studentessa romana.

Secondo il capo della squadra mobile Vittorio Rizzi l’esame del dna effettuato dalla scientifica ha dato un risultato di massima compatibilità con queste tre violenze.

 Intanto emergono inquietanti dettagli sulla vita privata di Bianchini, un ragioniere insospettabile, un serio lavoratore di giorno, militante politico che di notte si poteva trasformare in un lucido violentatore.

Gli agenti della squadra mobile hanno mostrato alcuni oggetti trovati nella sua casa di Cinecittà; erano stati ben nascosti nel doppiofondo di un mobile della sala da pranzo.

si tratta di bamboline di cera rossa alle quali erano stati applicati aghi e chiodi, piccole bottiglie di vetro contenenti pozioni per ottenere amore e salute e guide per compiere riti esoterici.

 Ma anche dvd pornografici, una pistola giocattolo forse utilizzata per minacciare una donna aggredita nel 2007, due coltelli avvolti nello scotch grigio e un libro: “criminal profiling”, si tratta di un saggio, un’analisi accurata della psicologia dei criminali, con un capitolo dedicato alle violenze sessuali.

la polizia sta ora effettuando ulteriori accertamenti su altre 15 violenze avvenute dal 2005 nella nostra città, Bianchini potrebbe essere accusato anche di aver commesso altri stupri e aggressioni.

Un tentato stupro in un garage

 
 

[13-07-2009]

 
Lascia il tuo commento
 
 
 
  CORRELATE
 
 
 
 
 
 
 
 
  • I video della notizia
  • "Un tentato stupro"
 
 
  CORRELATE