Giornale di informazione di Roma - Sabato 16 dicembre 2017
 
Seguici sui social:

 
 
 
 
 
Cronaca Roma
 
» Prima Pagina » Cronaca Roma
 
 

Omicidio Reggiani, ergastolo per Romulus Mailat

condannato anche a 6 mesi di isolamento

E' arrivata la sentenza per Romulus Mailat, il romeno che il 20 ottobre del 2007 nei pressi della stazione ferroviaria Tor di Quinto, aggredì e uccise la signora Giovanna Reggiani.

Ergastolo e sei mesi di isolamento diurno, è stata accolta la richiesta del sostituto procuratore Alberto Cozzella che voleva un inasprimento della condanna. In primo grado, infatti, i giudici hanno ridotto la pena a 29 anni di carcere concedendo qualche attenuante.

I giudici di primo grado decisero che, nonostante l'odiositá del crimine commesso, Mailat potesse ottenere qualche attenuante se non altro per la sua giovane età e il non avere precedenti penali. Ciò determinò una condanna a 29 anni di reclusione per omicidio, rapina e violenza sessuale.

In appello, però, il sostituto procuratore Cozzella ha chiesto nuovamente l'ergastolo sostenendo che nessuna attenuante deve essere riconosciuta al rumeno perchè il fatto contestato è di una gravità e crudeltà inaudite. I giudici d'appello gli hanno dato ragione: Mailat è stato condannato all'ergastolo perchè gli sono state revocate le attenuanti generiche riconosciute in primo grado. La Corte ha condannato l'imputato anche a sei mesi di isolamento diurno e al pagamento delle spese processuali pari a 2.500 euro confermando del resto anche la sentenza di primo grado che riconosceva al vedovo della Reggiani il risarcimento danni che in via provvisoria era stato fissato in 500 mila euro.

REAZIONI POLITICHE - Il sindaco di Roma, Gianni Alemanno, si è congratulato con i giudici: "La durezza della sentenza d'appello interpreta pienamente il sentimento di giustizia non solo della famiglia della vittima ma di tutti i cittadini romani. Questa sentenza sia di monito rispetto a ogni tentazione di abuso delle donne della nostra città". Gli ribatte il presidente della Provincia di Roma, Nicola Zingaretti: "La condanna chiude a livello giudiziario la dolorosa vicenda dell'omicidio della signora Reggiani. A livello sociale, politico e culturale, però, molto va fatto per evitare che così aberranti episodi di violenza si ripetano, come invece sta accadendo a livelli drammatici negli ultimi mesi".

 
 

[10-07-2009]

 
Lascia il tuo commento
 
 
 
  CORRELATE