Giornale di informazione di Roma - Venerdi 15 dicembre 2017
 
Seguici sui social:

 
 
 
 
 
Cronaca Roma
 
» Prima Pagina » Cronaca Roma
 
 

Rogo dell'esquilino: ancora incerte le cause dell'incendio

secondo i vigili incendio accidentale, secondo un testimone č doloso

Sono ancora da chiarire le cause che hanno provocato l'incendio scoppiato venerdi notte all'interno di un appartamento al quarto piano di una palazzina di via Buonarroti 39 nei pressi di piazza Vittorio.

Secondo i vigili del fuoco, il rogo nel quale hanno perso la vita madre e figlio di 38 e 10 anni originari del bangladesh che si sono lanciati nel vuoto per scappare alle fiamme, sarebbe di natura accidentale. L’incendio secondo i primi rilievi effettuati dai pompieri sarebbe scoppiato dal corridoio, forse per un cortocircuito dell’impianto elettrico.

A gettare però ombre su questa versione è la testimonianza dell’altro figlio di 17 anni sopravvissuto. Secondo il racconto del ragazzo ad appiccare l’incendio sarebbe stata la donna italiana di 57 anni che occupava una stanza dell'appartamento.
I carabinieri, dal canto loro, sottolineano che il giovane ha fornito versioni discordanti di quanto avvenuto anche perchè in stato di choc. L'adolescente è stato tratto in salvo insieme alla donna 'italiana.

L'abitazione era occupata da 15 persone che i carabinieri di piazza Dante stanno sentendo in questi giorni.
Per oggi e’ prevista l’autopsia sui corpi della mamma e del bambino che sono stati trovati in una chiostrina interna del palazzo.

[15-01-2007]

 
Lascia il tuo commento