Giornale di informazione di Roma - Mercoledi 13 dicembre 2017
 
Seguici sui social:

 
 
 
 
 
Cronaca Roma
 
» Prima Pagina » Cronaca Roma
 
 

Ovuli di coca nello stomaco, sequestro a Fiumicino

fermata una donna venezuelana in stato di overdose

Ha rischiato la vita per un carico di cocaina trasportato nello stomaco. Una trafficante venezuelana proveniente dal sudamerica è stata fermata dai finanzieri dell’aeroporto di Fiumicino in evidente stato di overdose.

I militari l’hanno portata d’urgenza al grassi di Ostia e i medici hanno confermato che alcuni ovuli ingeriti si erano rotti durante il viaggio in aereo e avevano intossicato la quarantenne Venezuelana. Dopo un delicato interevnto cghirurgico i militari l’hanno arrestata per traffico internazionale di droga. in tutto sono stati recuperati 150 ovuli per un peso complessivo di 2 chili di cocaina eccezionalmente pura che, una volta tagliata e immessa sul mercato romano avrebbe fruttato al dettaglio 2 milioni di euro.

La donna è ora al carcere di rebibbia a disposizione del magistrato. Fin'ora i militari in servizio all’aeroporto hanno sequestrato solo nel 2006 oltre una tonnellata di droga, spesso i corrieri hanno utilizzato lo stesso espediente della venezuelana, ingerire ovuli da un lato offre la possibilità di sfuggire ai cani antidroga, dall’altro canto è rischiosissimo. Per sua fortuna la trafficante, seppure in manette, e grazie all’intervento dei finanzieri ha avuto almeno salva la vita.

[09-01-2007]

 
Lascia il tuo commento