Giornale di informazione di Roma - Martedi 12 dicembre 2017
 
Seguici sui social:

 
 
 
 
 
Cronaca Roma
 
» Prima Pagina » Cronaca Roma
 
 

Tar annulla gara per lavori ex Velodromo dell'Eur

era prevista la costruzione della ''Città dell'acqua''

 Ancora un colpo di scena nella vicenda tormentata dell’ex velodromo olimpico.

Dopo l’abbattimento in fretta e furia il 24 Luglio scorso, fermato e poi eseguito per ragioni di sicurezza, dopo le polemiche delle scorse settimane per il sospetto di diffusione di amianto contenuto nello scheletro del vecchio, arriva adesso lo stop dal tar del Lazio alla gara di assegnazione dei lavori per la futura città dell’acqua e del benessere. 

Il concorso per la progettazione della nuova struttura polivalente, che dovrebbe sorgere dalle ceneri dell’ex tempio del ciclismo, era stato vinto dalla Tech Ing. Srl. Secondo i giudici della III sezione bis del Tribunale amministrativo, hanno disposto "l'annullamento degli atti di gara, tra i quali le sedute dalla Commissione Giudicante” accogliendo il ricorso per l’esclusione della Leonardo Srl, società che raggruppa un'Ati di imprese.

La contestazione accolta riguarderebbe l’incompatibilità di uno dei membri della commissione stessa.  Un altro intoppo per una vicenda senza fine, sulla quale pende ancora un altro ricorso sul vincolo dei beni culturali, che non permetterebbe di costruire sul terreno dell'ex impianto sportivo la prevista "Città dell'acqua”: un gigante che prevede un centro fitness acquatico, con tanto di piscine, alberghi; un edificio di 21 mila metri quadri a via dell'Oceano Pacifico e 38mila metri quadri di parcheggio privato.

 
 

[17-03-2009]

 
Lascia il tuo commento
 
 
 
  CORRELATE