Giornale di informazione di Roma - Mercoledi 13 dicembre 2017
 
Seguici sui social:

 
 
 
 
 
Cronaca Roma
 
» Prima Pagina » Cronaca Roma
 
 

Cornetto libero di notte

salva la tradizione dei laboratori artigianali

Cornetti salvi per tutta la notte a patto di rispettare il decoro urbano. Cornetterie, friggitorie, gastronomie e gelaterie a Roma dovranno chiudere alle due di notte, prima era stata decisa la chiusura all'una di notte ma sarà concessa una deroga per restare aperti tutta la notte per chi rispetta decoro e quiete pubblica, e per chi non vende alcol dopo le due di notte.

Lo decide l'ordinanza con la quale si regolamenta l'orario di vendita al pubblico per le attività artigianali che producono beni alimentari e che li vendono nei locali di produzione o in quelli immediatamente adiacenti.

Le nuove regole, decise per normare la movida romana, però potranno avere deroghe: le imprese potranno inoltrare richiesta per anticipare l'apertura o posticipare la chiusura che sono fissate dalle 6 di mattina alle 2 di notte. Gli artigiani che vendono beni alimentari non immediatamente consumabili potranno rimanere aperti dalle 7 di mattina alle 22 di sera.

Ecco i requisiti necessari per chiedere la deroga; oltre alla presentazione di una domanda scritta che verrà vagliata da una commissione entro 30 giorni e accettata in caso di silenzio assenso, sono la storicità dell'impresa, la dislocazione territoriale e l'interesse pubblico.

Dopo la firma dell'ordinanza che sancisce nuove regole per i laboratori artigianali del centro storico, il sindaco di Roma, Gianni Alemanno ha voluto simbolicamente dimostrare che il cornetto da gustare di notte è salvo. A mezzanotte e mezzo, nel quartiere Prati, il sindaco, con l'assessore comunale al commercio Davide Bordoni e con il delegato per il centro storico Dino Gasperini, ha gustato i cornetti romani.

 
 

[14-03-2009]

 
Lascia il tuo commento
 
 
 
  CORRELATE