Giornale di informazione di Roma - Domenica 17 dicembre 2017
 
Seguici sui social:

 
 
 
 
 
Cinema
 
» Prima Pagina » Cinema
 
 

Il dubbio

di John Patrick Shanley. Con Meryl Streep, Philip Seymour Hoffman

di Svevo Moltrasio

Nel 1964 in una scuola cattolica s’inasprisce il contrasto tra una suora, preside del collegio, e un giovane prete: conservatrice e solitaria lei, progressista e più estroverso lui. Di mezzo ci finiranno accuse di pedofilia.

Tratto da un fortunato lavoro teatrale dello stesso John Patrick Shanley, IL DUBBIO segna il ritorno al cinema per il regista newyorkese a distanza di vent’anni dalla sua pellicola d’esordio. L’intero cast, con tutti e quattro gli attori impegnati, ha ottenuto la nomination ai prossimi premi Oscar così come anche la sceneggiatura dello stesso regista.   

Ambientato perlopiù tra le mura della scuola, con pochissimi esterni, soprattutto nel giardino dello stesso edificio, e alternato tra le classi e i sermoni in chiesa, il film richiama chiaramente la struttura teatrale alla base del testo. Girata con uno stile rigoroso, fotografata con grande cura, la pellicola cerca di affascinare mettendo in ballo misteri, narrativi e morali, che non prevedono risoluzioni. In realtà l’atmosfera, con tanto di spifferi e inquadrature sbilenche, dona al tutto una sensazione di costruito che non convince appieno, così come i dubbi dei personaggi che rischiano in fin dei conti di rilevarsi meno profondi di quanto apparentemente apparirebbero.

Eppure l’acume dei dialoghi, e soprattutto le prove degli interpreti, regalano al film alcune scene di straordinario spessore che raggiungono il proprio culmine nel primo incontro a tre nella sala del preside. Da quel momento il film si fa incalzante e seguire le performance degli attori è un piacere che relega in secondo piano la sostanziale furbizia dei dibattiti inscenati.  

 


Secondo te quanti euro merita??
 

[10-02-2009]

 
Lascia il tuo commento