Giornale di informazione di Roma - Lunedi 11 dicembre 2017
 
Seguici sui social:

 
 
 
 
 
Il pallonaro Lazio
 
» Prima Pagina » Sport Roma » Il pallonaro Lazio
 
 

Il Milan divora la Lazio all'Olimpico

Pato-Ambrosini-Kakā firmano il 3-0 rossonero

Continua il periodo no per la Lazio di Delio Rossi. L’undici biancoazzurro perde allo stadio Olimpico per 3-0 contro il Milan e vede allontanarsi la zona Uefa. L’allenatore laziele per l’occasione da ancora spazio a Muslera tra i pali al posto di Carrizo. In difesa vista la squalifica di Lichtsteiner c’è posto per De Silvestri sull’out destro. In attacco, infortunato Rocchi, Meghni gioca a supporto di Zarate e Pandev. Ancelotti sul fronte opposto rinuncia nuovamente Ronaldinho e piazza Seedorf e Kakà alle spalle di Pato. Senderos e Bonera formano la coppia centrale di difesa. Prima conclusione della partita dopo appena 4’, ma il tiro di Zarate dalla distanza viene deviato in calcio d’angolo.

La prima vera palla gol però è degli ospiti tre minuti dopo: Kakà serve nello spazio Jankulovski che impegna seriamente Muslera con un potente diagonale. Poco dopo il quarto d’ora è Ledesma a svegliare i tifosi dal torpore generale con un bolide che esce a non più di un metro dalla porta difesa da Abbiati. L’estremo difensore rossonero è poi bravo al 24’ a fermare la conclusione di Zarate, arrivato al tiro su un’azione nata sull’asse Pandev-Meghni. Passata la mezzora da pochi minuti la Lazio ha una doppia occasione per passare in vantaggio, ma in entrambe le occasioni il macedone Pandev pecca di precisione. Al 42’ arriva il vantaggio milanista: Beckham, partito in sospetto fuorigioco, serve bene Pato a centro area che mette il pallone alle spalle del portiere laziale. La reazione biancoceleste c’è subito, ma prima è bravo Abbiati su Zarate, poi Siviglia sugli sviluppi di un corner perde il tempo per il tiro da due passi.

Il secondo tempo parte malissimo per la squadra di Delio Rossi che dopo appena due minuti subisce il raddoppio milanista: magistrale punizione di Beckham che mette la sfera sulla testa di Ambrosini all’altezza del secondo palo e il biondo centrocampista della nazionale italiana deve solo appoggiare in rete. L’orgoglio della Lazio si concretizza con una bella conclusione di Meghni sul quale Abbiati si allunga e devia con le punte delle dita. Tra il 65’ e il 68’ è bravo Muslera a far sì che il passivo non diventi più pesante, prima uscendo e anticipando Kakà e poi ripetendosi su Pato, servito benissimo in profondità da Beckham. L’inglese è in serata di grazia e al 73’ dispensa un altro assist al bacio per Kakà, ma il destro del brasiliano tocca il palo ed esce. L’ex pallone d’oro comunque si rifà dieci minuti dopo: servito da Seedorf, di destro cala il tris del Milan. La Lazio nella ripresa è stata letteralmente a guardare.

Francesco Lanna

[01-02-2009]

 
Lascia il tuo commento