Giornale di informazione di Roma - Mercoledi 13 dicembre 2017
 
Seguici sui social:

 
 
 
 
 
Cronaca Roma
 
» Prima Pagina » Cronaca Roma
 
 

Domiciliari all'autore della violenza di Capodanno

Alemanno ''segnale sbagliato''

Sono stati concessi gli arresti domiciliari al giovane autore Davide Franceschini, che ha confessato, della una violenza sessuale la notte di Capodanno. Ma sia il sindaco Alemanno che il ministro della Giustizia Alfano criticano questa decisione, il ministro della Giustizia ha mandato gli ispettori a piazzale Clodio per verificare il lavoro del pm Francesco Barba che ha chiesto i domiciliari al gip Marina Finiti, e li ha ottenuti, per Davide Franceschini, autore dello stupro in un bagno della Fiera di Roma durante la festa "Amore09".

Il giudizio politico giuridico, è già nell´annuncio di Alfano. Che dice: "Quale sia stata la valutazione che ha portato alla decisione, rimane lo sconcerto perché si tengono in modesto conto la gravità del fatto e il rispetto della dignità della vittima di un reato odioso e devastante e delle gravissime conseguenze psicologiche per la personalità della giovane donna".

Anche Gianni Alemanno critica i domiciliari definendoli "un segnale sbagliato". Ne chiede "la revoca". Lo motiva così: "Non si può far uscire dal carcere dopo sole 48 ore una persona che ha commesso un reato odioso e di così grave allarme sociale. Non si può mostrare un volto così indulgente".

Il ragazzo 22enne di Fiumicino, ha confessato la violenza alla giovane durante la festa di Capodanno alla Nuova Fiera di Roma. Secondo il capo della squadra mobile Vittorio Rizzi, a farlo cedere sono stati i sensi di colpa, ora il giovane, racconta la polizia, che durante la violenza era sotto gli effetti di droga e alcol, è fortemente pentito.

Questa invece è stata la reazione della vittima della violenza: "Sono sconcertata, non ho parole: hanno rimesso in libertà quel ragazzo, quel mostro. L´hanno lasciato libero perché è ricco. Mi ha trascinato in quel bagno e mi ha violentato come una bestia. Ero così contenta il giorno in cui mi hanno dato la notizia del suo arresto, mi sono anche complimentata con la polizia e avevo anche detto che avrei voluto vederlo in faccia, invece oggi... che delusione mi sento davvero abbandonata dalle istituzioni. Veramente, sono proprio amareggiata". 

 
 

[25-01-2009]

 
Lascia il tuo commento
 
 
 
  CORRELATE