Giornale di informazione di Roma - Lunedi 11 dicembre 2017
 
Seguici sui social:

 
 
 
 
 
Cronaca Roma
 
» Prima Pagina » Cronaca Roma
 
 

Violentata alla fermata del bus

sotto shock il quartiere di Primavalle

Le hanno chiuso la bocca per non permetterle di urlare, poi l’hanno trascinata dietro a dei cespugli e hanno abusato di lei in due: così si è consumata ieri sera un’altra violenza sessuale su una donna, in una delle tante periferie dimenticate della città.

Una casalinga, madre di famiglia, di 41 anni, scende poco dopo le 22 al capolinea del 916, in via Andersen in zona Primavalle. Deve fare un centinaio di metri per arrivare al portone di casa.  Due uomini, un italiano e forse uno straniero – dirà alla polizia – (vestono felpe chiare, col cappuccio) l’avvicinano e le portano di forza nell’altra direzione. Sotto una palazzina popolare, in fondo alla rampa che porta ai garage, ci sono delle aiuole incolte. nessuno sente niente.

Quella strada la notte è poco trafficata e poco illuminata.  poi dei passanti sentono dei lamenti e vedono una donna con i vestiti strappati. Lei stessa ha chiamato il 118, arriva la polizia e viene trasportata in ambulanza al policlinico Gemelli.

Il giorno dopo, tra i residenti c’è un misto di sconcerto e indignazione e molti chiedono più sicurezza e protezione alle forze dell’oridine. La donna oggi è stata riascoltata dalla squadra mobile nel tentativo di ricostruire l’ennesimo episodio di violenza, a tre settimane dallo stupro al veglione di capodanno.  la donna non è stata picchiata, tutto sarebbe durato solo pochi minuti, ma gli incquirenti hanno accertato la sua versione dei fatti e da ieri si dà la caccia ai due delinquenti.

 
 

[22-01-2009]

 
Lascia il tuo commento
 
 
 
  CORRELATE