Giornale di informazione di Roma - Sabato 16 dicembre 2017
 
Seguici sui social:

 
 
 
 
 
Cronaca Roma
 
» Prima Pagina » Cronaca Roma
 
 

Piogge torrenziali, traffico in tilt

una donna muore annegata in una galleria

 Per tutta la notte e ad inizio mattinata piogge torrenziali e violenti temporali si sono abbattuti sulla città, centinaia le chiamate ai centralini dei Vigili del fuoco. In città ci sono allagamenti dappertutto, compreso il centro storico, con diversi sottopassi bloccati dall'acqua. La Protezione civile invita a muoversi e usare l'auto solo se strettamente necessario.

 I vigili del fuoco hanno recuperato il cadavere di una donna, rimasta intrappolata in un'automobile sommersa dall'acqua, in un sottopasso a Monterotondo.

Bruna Carrara stava andando a lavorare come tutte le mattine presso una ditta di pulizie. Secondo una prima ricostruzione degli inquirenti, la donna stava percorrendo, alle 5 di questa mattina, il sottopassaggio già parzialmente allagato a causa della pioggia caduta incessante nella notte. La macchina si potrebbe essere fermata. La donna non è più riuscita a metterla in moto e in pochi minuti il sottopassaggio si è riempito di acqua bloccando le portiere. La donna è stata trovata morta sul sedile posteriore dove, probabilmente, si era spostata per cercare di salvarsi.Circolazione bloccata anche su gran parte delle consolari.

 Allagamenti, smottamenti e cadute di alberi si segnalano in molte zone della città. Situazione critica a Roma sud, sulla Pontina e a Pratica di Mare all'altezza di Pomezia, ma anche nella zona nord della città. Tantissimi gli interventi dei vigili del fuoco per soccorrere automobilisti rimasti intrappolati nelle auto quasi sommerse dalla pioggia torrenziale. Molti i sottopassi allagati, come quello Torrino-Ostiense. Il ponte Nomentano sull'Aniene è stato invaso dalle acque del fiume. 

Il sindaco di Roma Gianni Alemanno ha chiesto lo stato di calamità " In considerazione dell'ondata eccezionale di maltempo che, da ieri sera, ha colpito senza soluzione di continuità la Capitale e la provincia di Roma, faccio mio l'invito del prefetto Pecoraro a limitare il più possibile l'utilizzo delle auto private. Data questa situazione il Comune di Roma ha già chiesto alla Regione Lazio di proclamare lo stato di calamità naturale. Esorto, quindi, tutti i romani a usare i mezzi di trasporto pubblici per consentire alla Polizia Municipale, alle squadre del Servizio giardini e alla Protezione civile comunale di intervenire, insieme a Vigili del Fuoco e polizia, il più rapidamente possibile per risolvere le situazioni di difficoltà".

“Uscite di casa solo se necessario” il prefetto di Roma, Giuseppe Pecoraro, ha invitato i cittadini a non mettersi in auto per quanto possibile, per facilitare i soccorsi dei vigili del fuoco e delle forze di polizia.

 Alle prima ore della mattina, Pecoraro ha anche convocato d’urgenza una riunione in Prefettura per fare il punto della situazione, nel corso della quale sono state prese misure drastiche come l’evacuazione precauzionale del comune di Tivoli in zona Albuccione, nei pressi dell’Aniene che in alcuni punti è straripato, e l’evacuzione che sarà effettuato nei prossime ore delle abitazione presso la foce del Tevere all’Idroscalo di Ostia e a Passo Sentinella nel comune di Fiumicino.
Il Comune ha chiesto alla Regione lo stato di calamità naturale: “Ho firmato la richiesta di dichiarazione di stato di calamità naturale. Questo permette ai cittadini che hanno difficoltà ad arrivare al posto di lavoro di avere il permesso di non lavorare in questi giorni” ha detto il sindaco Gianni Alemanno, aggiungendo “sarà fisso in Campidoglio in stretto contatto con il prefetto e con la protezione civile. Siamo in piena allerta tra Campidoglio e Prefettura”. Oggi pomeriggio ci sarà un incontro tra il prefetto e il sottosegretario Bertolaso.
 

ALLAGAMENTO VIA COLLATINA 423

IL FORTE TEMPORALE CHE SI E' ABBATTUTO NELLA NOTTE SU ROMA

 
 

[11-12-2008]

 
Lascia il tuo commento
 
 
 
  CORRELATE