Giornale di informazione di Roma - Mercoledi 13 dicembre 2017
 
Seguici sui social:

 
 
 
 
 
Cronaca Roma
 
» Prima Pagina » Cronaca Roma
 
 

Ucciso da un mix di droghe

denunciata coppia di giovani romani

E' sato stroncato da un mix micidiale di droghe durante una festa a casa di amici. Piergiorgio Petitti, 28 anniè morto in un appartamento all´Eur, in via Accademia del Cimento, poco distante dalla vecchia fiera di Roma, dopo aver assunto cocaina, eroina e alcol insieme a una coppia di romani, Flavio Massini 22 anni e Maria Grossi, 21 anni. Piergiorgio aveva già fatto uso di cocaina prima di arrivare a casa dei suoi amici.

A notte tarda, dopo l´ultima bevuta, i tre hanno deciso di andare a dormire. La mattina di lunedì verso le undici Flavio e Maria si sono svegliati normalmente mentre Piergiorgio è rimasto a letto. Dopo poco i due giovani si sono accorti che il loro amico era morto.

L´autopsia, disposta dal pubblico ministero titolare delle indagini per stabilire le cause della morte, ha già escluso qualsiasi tipo di violenza, il corpo di Piergiorgio infatti non ha nessuna lesione. I carabinieri della Stazione Roma San Paolo, diretta dal maggiore Antonio Tetta, hanno perquisito l´abitazione della coppia dove hanno trovato materiale utile all´assunzione della droga e residui di cocaina ed eroina. Flavio Massini e Maria Grossi, che hanno ospitato la vittima e procurato la droga e gli alcolici, sono stati denunciati per omicidio colposo e segnalati alla prefettura quali assuntori di droghe.

Secondo Massimo Barra - presidente della fondazione villa Maraini - "E' molto probabile che a Roma ci siano una quantità di tossicomani e di overdosi maggiori ad altre grandi città. I morti a Roma sarebbero stati molti di più senza le unità di strada di villa Maraini, che in un anno hanno effettuato 175 interventi per overdose fausta. Si tratta di gente presa per strada in overdose, che non sarebbe arrivata viva in ospedale -spiega Barra-. In genere le casue non dipendono da sostanze tagliate male ma da sostanze più pure del normale, se arriva una partita di eroina più pura, cioè meno tagliata, la quantità che si assume può essere letale, perché doppia, tripla rispetto alla soglia di tolleranza".

 
TAG: droga
 

[10-12-2008]

 
Lascia il tuo commento
 
 
 
  CORRELATE