Giornale di informazione di Roma - Sabato 16 dicembre 2017
 
Seguici sui social:

 
 
 
 
 
Cronaca Roma
 
» Prima Pagina » Cronaca Roma
 
 

Senato, è legge il decreto Gelmini

continua la protesta degli studenti

L'aula di palazzo Madama ha dato il via libera al decreto 137 sulla riforma alla scuola e che reca la firma del ministro dell'Istruzione Gelmini. I senatori dell'Idv chiedono il referendum mentre fuori dal senato migliaia di studenti protestano.

162 favorevoli, 134 contrari, 3 astenuti: la legge 137 che porta il nome del ministro dell’Istruzione, e che prevede la reintroduzione del maestro unico sin dal prossimo anno scolastico, è stato accompagnato da un dibattito carico di forte tensione: all’attacco di Anna Finocchiaro, duro contro Maria Stella Gelmini accusata di non aver ascoltato minimamente le voci della protesta studentesca, hanno risposto in coro i colleghi del PDL qualificando i colleghi dell’opposizione come “pagliacci”. 

"La scuola cambia. Si torna alla scuola della serietà, del merito e dell'educazione" ha detto la Gelmini dopo il sì al decreto, annunciando che entro una settimana metterà mano a un piano che riguarda l'Università.

Nonostante il via libera al decreto sulla scuola gli studenti assembrati sotto Palazzo Madama sembrano non voler mollare. "Continueremo al nostra lotta nelle Università e nelle scuole", annunciano. Dopo il voto, tutti i 119 parlamentari del Pd e i 14 dell'Idv sono scesi in Piazza per parlare con gli studenti. Sul piede di guerra l'Italia dei Valori. Ora che il decreto Gelmini è legge i dipietristi si dicono "già pronti a raccogliere le firme per il Referendum abrogativo, così - spiegano - daremo ai milioni di studenti, insegnanti e genitori lo strumento che la Costituzione riconosce per cancellare leggi barbare e sbagliate".

Scontri tra studenti: tre studenti sono rimasti feriti dopo gli scontri tra i manifestanti dell'Unione degli studenti (vicini alla sinistra) a piazza Navona e un gruppo di giovani di destra del Blocco Studentesco. E' quanto denuncia l'Uds: "A seguito della carica da parte del gruppo di estrema destra - spiegano - due studenti a piazza Navona riportano gravi traumi alla testa e un ragazzo riporta un orecchio lacerato. E' scandaloso il comportamento delle forze dell'ordine che non intervengono per ripristinare una situazione pacifica".

 
 

[29-10-2008]

 
Lascia il tuo commento
 
 
 
  CORRELATE