Giornale di informazione di Roma - Lunedi 18 dicembre 2017
 
Seguici sui social:

 
 
 
 
 
Cronaca Roma
 
» Prima Pagina » Cronaca Roma
 
 

Incendio a Cinecittà, evacuate 160 famiglie, 12 intossicati

il palazzo è inagibile, c'è il dolo

Hanno trascorso la notte fuori casa gli inquilini del palazzo di sette piani di via Libero Leonardi, a Cinecittà Est, dove si è sviluppato un vasto incendio, che sembra sia divampato da alcune auto che si trovavano nel garage condominiale. Le famiglie che abitano nel palazzo hanno trovato rifugio, per la notte, nella vicina parrocchia di san Giuseppe, dove sono rimaste anche stamani, in attesa che vengano compiute le verifiche di stabilità e agibilità del palazzo, da parte degli ingegneri dei vigili del fuoco.

Complessivamente sono state una sessantina le auto che hanno preso fuoco, di cui 39 sono andate completamente distrutte. Non ci sono stati feriti, solo casi di leggera intossicazione da fumo, ma il calore che si è sviluppato è stato molto forte.

"Siamo in presenza di un episodio dalle dinamiche particolari. A mio avviso non siamo in presenza di un semplice piromane: per cospargere di liquido infiammabile un locale lungo 120 metri ci vogliono presumibilmente oltre cento litri di benzina". Ad affermarlo è il dirigente del commissariato di polizia Romanina, Antonio Pignataro, che sta conducendo le indagini sull'incendio scoppiato questa notte in uno stabile di via Libero Leonardi. Secondo il dirigente della polizia per compiere un gesto simile "bisogna avere a disposizione anche un pò di soldi: per tutta quella benzina - ha spiegato - ci voglio dai 200 ai 300 euro". "Stiamo procedendo in tutte le direzioni - conclude Pignataro -.

Sull'origine dolosa nessun dubbio quindi, a confermarla anche il racconto di un residente che avrebbe visto qualcuno scappare gridando. "Maledetti, dovete morire tutti. Vi ammazziamo". A parlare è una giovane inquilina dello stabile, Secondo la sua testimonianza, infatti, sarebbero "tre i ragazzi visti scappare dal garage condominiale", dove è divampato l'incendio. La ragazza, insieme con la altre famiglie dello stabile che ancora non sono stati trasferite negli alloggi messi a disposizione dal Comune di Roma, si trova nella vicina parrocchia di San Giuseppe Moscati, assistita dai volontari che da stanotte stanno aiutando le tante persone sfollate.

La scena che si è presentata davanti agli occhi dei pompieri, intervenuti la scorsa notte alle 2:35 - mezz'ora dopo il primo allarme dato dai cittadini- era quella dell'intero garage avvolto dalle fiamme.

In tutto sono 12 gli inquilini intossicati, nessuno dei quali in modo grave, l'incendio si è sviluppato intorno alle 2.30 nello stabile di via Libero Leonardi 130, nel quartiere Cinecittà 2.

Dopo un primo sopralluogo nello stabile, i vigili del fuoco hanno dichiarato inagibili i primi due piani. L'inagibilità, è stato spiegato, è dovuto non a problemi di stabilità ma per i seri danni subiti dalle tubature di acqua e gas e alle altre utenze.

Per motivi precauzionali sono state fatte evacuare le 160 famiglie del palazzo di sette piani - e non otto come detto in precedenza - che sono state trasferite nella vicina parrocchia e ora sono assistite da una squadra di psicologi del 118.

 
 

[27-10-2008]

 
Lascia il tuo commento
 
 
 
  CORRELATE
 
 
 
 
 
 
 
 
  • I video della notizia
 
 
  CORRELATE