Giornale di informazione di Roma - Mercoledi 13 dicembre 2017
 
Seguici sui social:

 
 
 
 
 
Cronaca Roma
 
» Prima Pagina » Cronaca Roma
 
 

Concessioni case popolari

presunte irregolarita, 12 indagati. Tra cui 3 dirigenti

case popolari a Ponte di Nona

Difficile accedere alle liste per l'assegnazione delle case popolari ma se si conosce qualcuno in alto... si allarga l’inchiesta sulle presunte irregolarità nella concessione degli alloggi popolari a Roma: gli indagati sono 12, tre dirigenti e nove assegnatari, tutti per abuso d’ufficio. Per il momento: perché da quanto sembra le indagini potrebbero scoperchiare una pentola ben più ampia.

Certo è che da quando è arrivato, l’estate scorsa, il nuovo direttore dell’Ufficio politiche abitative del Comune di Roma Raffaele Marra non ha guardato in faccia nessuno e ha avuto l’accortezza di approfondire dati tutt’altro che limpidi. Arrivando a scavare, di esposto in esposto alla Procura della Repubblica, fino al 2005: carenze di documentazione, vizi procedurali, date corrette a penna, verbali sbanchettati, consegne anticipate per un totale di più di 200 pratiche definibili sospette.

Alemanno, mentre ieri consegnava le chiavi di uno dei 55 alloggi popolari a Ponte di Nona, è tornato sulla questione, da una parte sottolineando il lavoro svolto sino ad ora da Marra, dall’altra auspicando una trasparenza che, fino ad oggi, sembrava non essere di casa all’ATER.

 
 

[17-10-2008]

 
Lascia il tuo commento
 
 
 
  CORRELATE