Giornale di informazione di Roma - Giovedi 14 dicembre 2017
 
Seguici sui social:

 
 
 
 
 
Cronaca Roma
 
» Prima Pagina » Cronaca Roma
 
 

Rapine a colpi d'ascia

arrestati tre romani

Irrompevano nelle farmacie dei quartieri Tuscolano e Prenestino, con il volto coperto dai caschi delle moto, gli occhiali da sole, nelle mani un’accetta e un fucile a canne mozze. Si facevano consegnare i contanti della cassa e derubavano i portafogli dei malcapitati clienti.

Tre romani, due uomini, rispettivamente di 32 e 30 anni ed una donna di 37, che si occupava degli aspetti logistici, sono stati arrestati dai carabinieri del Nucleo Operativo della Compagnia di San Pietro. La banda, che si muoveva a bordo di scooter rubati e probabilmente anche di un auto, era arrivata a colpire più farmacie consecutivamente nel raggio di pochi chilometri e nell’arco di mezz’ora.

A permettere alle forze dell’ordine di compiere l’arresto, sono state le immagini registrate dalle telecamere a circuito chiuso di alcuni dei punti vendita colpiti dalla banda, insieme alle deposizioni fornite dalle vittime e dai testimoni. Ed è proprio attraverso le dichiarazioni delle vittime che i carabinieri sono riusciti a completare l’identikit dei tre e a stanare la banda alle porte di Roma, a Guidonia Montecelio. Avevano scelto come covo un’ insospettabile villa, nella quale sono state rinvenute le armi, tra cui anche diversi coltelli da cucina, i vestiti che indossavano durante le rapine, e altro materiale quale orologi, cellulari, una carta d’indentità rubata, la sacca nella quale trasportavano l’accetta e il fucile a canne mozze. I tre, con precedenti penali tra cui rapina, spaccio di droga, lesioni personali e maltrattamenti in famiglia, sono ora in carcere a disposizione dell’Autorità giudiziaria.

[11-06-2008]

 
Lascia il tuo commento