Giornale di informazione di Roma - Venerdi 15 dicembre 2017
 
Seguici sui social:

 
 
 
 
 
Cronaca Roma
 
» Prima Pagina » Cronaca Roma
 
 

Arriva Bush a Roma

10.000 uomini per la sicurezza, cecchini e chiusura spazio aereo

 Saranno altri tre giorni di passione per i romani e per la viabilità cittadina, dopo il vertice Fao. Questa volta la "colpa" è della visita del presidente Usa George W. Bush che arriverà a Ciampino domani pomeriggio verso le 16 e ripartirà venerdì, intorno alle 13.

Per la sesta volta in sette anni, domani pomeriggio atterrerà a Roma il presidente americano Gorge Bush, per una visita ufficiale insieme alla moglie Laura. Saranno altre quarantotto ore di blocchi stradali, manifestazioni, cortei e traffico per la città, che già la settimana scorsa aveva sopportato tre giorni di disagi per la Conferenza Internazionale della Fao. Per limitare il caos le strade saranno chiuse 2° soffietto” al passaggio del corteo presidenziale da 200 vigili urbani.

Il piano per la sicurezza, messo a punto durante un vertice col prefetto Carlo Mosca, prevede una chiusura dello spazio aereo solo al momento dell´atterraggio e del decollo e il blocco totale, per tutti e tre i giorni, delle aviosuperfici da cui si alzano piccoli aerei, deltaplani e altri velivoli leggeri. Un esercito di almeno 10 mila uomini e donne (tra carabinieri, polizia, finanza, vigili urbani e vigili del fuoco) è stato mobilitato per la sicurezza del presidente Usa che sarà scortato dalle jeep blindate dei Nocs e dagli 007 americani e italiani.

GLI SPOSTAMENTI DI BUSH

  • Ciampino, l'aeroporto dove il presidente statunitense atterrerà intorno alle 17 di mercoledì 11 e ripartirà nel pomeriggio di venerdì 13.
  • Villa Taverna, nel quartiere Parioli. Bush si fermerà nell'abitazione dell'ambasciatore americano Ronald Spogli per due notti. Le strade adiacenti la Villa saranno inavvicinabili.
  • La stazione metro Barberini sarà chiusa al traffico dalle 17 di domani fino alla fine della visita, prevista per venerdì 13.
  • Il Quirinale. Gorge Bush incontrerà il Presidente della Repubblica Giorgio Napolitano il 12 a pranzo. In serata sarà a cena con Berlusconi a Villa Madama.


Divieto di sosta e sgombero a partire da oggi in Via Vittorio Veneto, Via Marche, Via Toscana, Via Bissolati e Via Sallustiana, intorno all'Ambasciata americana.

 Le manifestazioni di protesta sono iniziate già lunedì con i pacifisti di "No War" incatenati davanti a Regina Coeli: dal carcere sarebbero stati trasferiti oltre 200 detenuti per far posto a eventuali fermati nei tre giorni della visita ma questore e prefetto negano di aver mai richiesto questa misura. Nel pomeriggio, sit in davanti all´ambasciata Usa per solidarietà con cinque cittadini cubani detenuti nelle carceri statunitensi. Ma il momento clou sarà il corteo che partirà alle 17 di domani da piazza della Repubblica per arrivare a piazza Barberini e a cui dovrebbero partecipare alcune migliaia di pacifisti. Previste deviazioni di mezzi pubblici.

 I disagi più gravi, comunque, toccheranno ai commercianti e residenti della zona di via Veneto (dove il perimetro dell´ambasciata verrà completamente blindato) e dei Parioli visto che Bush alloggerà nella residenza dell´ambasciatore a Villa Taverna. Chiusure "a soffietto" delle strade durante gli spostamenti del corteo presidenziale. George Bush incontrerà giovedì il presidente della repubblica Giorgio Napolitano e, subito dopo, il presidente del consiglio Silvio Berlusconi. Per il traffico del centro sarà un altro giorno da allarme rosso.

LE STRADE CHIUSE

Ed ecco come cambierà il piano bus. In dettaglio queste le vie che saranno interdette alla circolazione dalle 7 di mercoledì: Viale Rossini (da via Antonio Bertoloni a via Ulisse Aldrovandi), via Adrovandi (da viale Rossini a via delle Tre Madonne), via delle Tre Madonne (da via Ulisse Aldrovandi a viale Bruno Buozzi), via Antonio Bertoloni (da viale Rossini a piazza Pitagora). Ecco i percorsi alternativi che sempre dalle 7 di mercoledì e fino alla conclusione della visita del presidente Bush, seguiranno i collegamenti 52, 53, 168, 217, 223, 360, 910, e le notturne n10 e n11.

 Il 52 e il 910 in arrivo rispettivamente da via Archimede e da piazza Mancini, transiteranno in via Antonio Stoppani, viale Liegi, via Cimarosa, via Salaria, via Po; al ritorno, bus per viale Liegi, piazza Ungheria,viale Parioli e via Antonio Bertoloni. Il 53 proveniente da piazza san Silvestro, da via Panama sarà deviato per viale Liegi e piazza Ungheria. Questa stessa deviazione sarà seguita dal 168 in arrivo dalla stazione Tiburtina.

In arrivo da piazza Mancini, invece, il 53 da piazza Pitagora transiterà in via Stoppani e piazza Ungheria. Anche il 217, in arrivo da viale XVII Olimpiade, passerà per via Stoppani e piazza Ungheria, al ritorno i bus da largo Giuseppe Tartini passeranno per via Giovanni Paisiello, via Vincenzo Bellini,viale Liegi, viale Parioli e piazza Santiago del Cile.

Il 223, proveniente da La Storta, da piazza Pitagora sarà deviato per viale Bruno Buozzi e limiterà le corse a piazza Euclide. Il 360 da piazza delle Muse transiterà in viale Liegi e in via Cimarosa. Infine, le linee circolari notturne n 10 e.11 saranno deviate per viale delle Belle Arti,viale Bruno Buozzi e piazza Pitagora. I tram delle linee 2 e 19,infine, potranno transitare in viale Rossini, senza però effettuare le fermate presenti.

 
TAG: Bush
 

[10-06-2008]

 
Lascia il tuo commento
 
 
 
  CORRELATE