Giornale di informazione di Roma - Giovedi 14 dicembre 2017
 
Seguici sui social:

 
 
 
 
 
Cronaca Roma
 
» Prima Pagina » Cronaca Roma
 
 

Disegno di legge sulla Sicurezza

migliaia di clandestini rischiano l'arresto

Alla fine è passata la sua linea, quella dura, dettata e sostenuta dalla promessa elettorale di girare la vite incerta della questione sicurezza: il reato di immigrazione clandestina farà parte del disegno di legge che il Parlamento avrà poi il compito di discutere e approvare. E non è l’unica novità che il cosiddetto “pacchetto sicurezza” mette sul tavolo.

3 anni per chi sfrutta i minori costringendoli all’accattonaggio, con il decadimento della patria potestà nel momento in cui il reato è commesso dai genitori; ritiro del veicolo per chi guida ubriaco o sotto l’effetto di droghe; confisca delle case affittate in nero agli immigrati clandestini, con ulteriore pena, dai sei mesi ai tre anni, per i proprietari degli immobili.

Alle norme si aggiunge lo stanziamento, di 40 milioni di euro, da destinare alle forze dell’ordine. Passa la linea dura, dunque, anche a costo di minacciare uno strappo a pochi giorni dal varo del Governo: ieri infatti la bozza del disegno comprendeva anche la modifica della norma sul patteggiamento che avrebbe permesso, a chi è imputato per reati commessi prima del dicembre 2001, di richiedere la sospensione del dibattimento per due mesi.

La presenza di questa modifica ieri ha provocato un intenso scambio epistolare tra Viminale e Palazzo Chigi, con Maroni che minacciava di non firmare il pacchetto sicurezza. In serata il disgelo con la cancellazione della modifica.

 
 

[21-05-2008]

 
Lascia il tuo commento
 
 
 
  CORRELATE