Giornale di informazione di Roma - Domenica 17 dicembre 2017
 
Seguici sui social:

 
 
 
 
 
Volley maschile
 
» Prima Pagina » Sport Roma » Volley romano » Volley maschile
 
 

Macerata out. Roma in semifinale

Lube Banca Marche Macerata – M. Roma Volley 2-3
(25-23; 19-25; 25-19; 29-31; 9-15)

Lube Banca Marche Macerata: Lebl 14, Smerilli (L), Paparoni, Vermiglio 2, Bartoletti, Saraceni 11, Monopoli, Geric 4, Corsano (L), Omrcen 23, Swiderski 18, Grapentine 1. Non entrati Snippe. All. De Giorgi
M. Roma Volley: Mastrangelo 3, Henno (L), Savani 18, Coscione 1, Tofoli, Marshall 18, Hernandez, Kooistra 16, Miljkovic 17, Semenzato 3. Non entrati Molteni, Romero. All. Serniotti
Arbitri: Barbero – Locatelli
Spettatori: 2100
Incasso: 15.000
Durata set: 30’, 25’, 24’, 33’, 15’.
MVP: Cristian Savani (M.Roma Volley)

Alla M.Roma basta Gara 2. I ragazzi di Serniotti si aggiudicano infatti l’ingresso in semifinale battendo per la seconda volta in pochi giorni la Lube Banca Marche Macerata. Una vittoria sofferta, che arriva dopo oltre due ore di gioco al termine di un tie break dove tutto è stato in gioco fino all’ultimo, ma che alla fine ha decretato la vittoria dei capitolini. Sul cammino di Tofoli e compagni c’è ora l’Itas Diatec Trentino, finora mai battuto, che ha passato il turno battendo per 3-1 la Cimone Modena di Andrea Giani. Grande amarezza invece per la Lube, a cui rimane comunque la certezza di partecipare alla prossima Indesit European Champions League, dopo la vittoria della TIM Cup A1.
Mister De Giorgi manda in campo la sua formazione di sempre, con Saraceni schiacciatore titolare, mentre Paparoni rimane in panchina. Nessun problema per Roberto Serniotti che finalmente può contare su tutti i suoi dodici giocatori a disposizione.
Il primo set è a totale appannaggio Lube, che regala subito grandi emozioni ai 2100 spettatori del PalaFonteScodella. La formazione di casa si aggiudica infatti il parziale per 25-23, grazie ad una prestazione maiuscola di squadra in fase offensiva: 74% di positività e solamente due muri per Roma. Nel secondo set Macerata prova subito a scappar via nel punteggio portandosi a più 4 (12-8) ma viene subito riagguantata dai capitolini. Coscione e compagni si portano avanti al secondo time out tecnico (11-16) ritrovando gioco e punti; i romani sono poi bravi a mantenere le lunghezze di vantaggio fino alla fine del set, che vincono con il punteggio di 19-25, pareggiando così il conto. Si va quindi al terzo parziale sull’1-1. Galvanizzata dal successo nel secondo set, la M.Roma parte subito bene e si porta in vantaggio al primo t.o.t. (6-8). La Lube però non molla di certo la presa e, con un break di 10 a 4, scavalca gli avversari, andandosi a prendere il terzo parziale. I rossoblu si portano dunque in vantaggio per 2-1, trascinata da Lebl e Omrcen (12 punti in due), aprendo la strada ad uno spettacolare quarto set. Roma è decisa a chiudere i conti a Macerata, mentre la Lube intende trascinare la risoluzione dei conti in Gara 3. Ne risulta una frazione di gioco tesa ed emozionante, come dimostrano i punteggi dei due tempi tecnici (8-7, 15-16) e le ottime percentuali in attacco (69% Macerata, 73% Roma). Le due squadre proseguono vicine fino alla fine; il primo set ball è di Roma che si porta sul 23-24 con Savani, ma il muro di Lebl e l’ace di Swiderski rovesciano le situazione (25-24). Ci riprova quindi Roma con Savani e Marshall che firmano il contrattacco, riportando sopra gli ospiti. Alla fine sono proprio i verdenero a fare il punto decisivo con Miljkovic, che regala ai suoi il 29-31 che porta le due squadre al tie break.
Parte bene Macerata, avanti per 5-3, ma poi si alza il muro capitolino. Kooistra mura prima Lebl e poi Omrcen (6-9), Miljkovic ferma Saraceni per il 7 a 13. L’ultimo punto è di Andrea Semenzato che chiude sul 9-15.
Martin Lebl (Lube Banca Marche Macerata): “Il rimpianto più grande è per il quarto set, dove abbiamo buttato al vento 3 match ball. Al tie break abbiamo avuto qualche problema sulla rotazione con Coscione in battuta dall’altra parte. E’ troppo presto per fare bilanci, anche se la conquista della Coppa Italia non è da poco”.
Hubert Henno (M. Roma Volley): “Complimenti a Macerata, è sempre un piacere contro di loro perché è una formazione organizzata e il loro gioco è davvero incisivo. Nonostante abbiamo sbagliato troppo in battuta nel primo set, siamo riusciti a recuperare e giocare punto a punto per tutto il resto della partita. Vincere questa serie in due gare, ci permette di riorganizzarci fino all’incontro di domenica prossima contro Trento”.

Giulia Sampognaro

[14-04-2008]

 
Lascia il tuo commento