Giornale di informazione di Roma - Martedi 12 dicembre 2017
 
Seguici sui social:

 
 
 
 
 
Volley maschile
 
» Prima Pagina » Sport Roma » Volley romano » Volley maschile
 
 

M.Roma, partita da dimenticare


M.Roma Volley – Bre Banca Lannutti Cuneo 0-3
(16-25, 13-25, 15-25)
M.Roma Volley: Mastrangelo, Henno (L), Tofoli, Marshall, Molteni 5, Giretto, Hernandez, Kooistra 6, Miljkovic 9, Semenzato 5, Romero 2. All: Roberto Serniotti
Battute sbagliate: 8 Ace: 1 Muri: 1
Bre Banca Lannutti Cuneo: Wijsmans 13, Parodi 11, Gonzalez 6, Fortunato, Vergnaghi (L), Lasko 16, Rosso, Curti 7, Abbadi, Marlon, Felizardo 7, Battilotti. All: Silvano Prandi
Battute sbagliate: 13 Ace: 12 Muri: 9
Arbitri: Vittorio Sampaolo, Fabrizio Pasquali.
Durata set: 20’, 18’, 18’.
MVP: Gonzalez Javier

Giornata da dimenticare. Dopo le splendide prestazioni della Coppa Cev, oggi in campo la M.Roma non ha fatto vedere neanche una minima parte della squadra che ha vinto solo pochi giorni fa un trofeo continentale. Forse sono mancate le motivazioni, forse la grinta, forse gli uomini-punto, ma più probabilmente la capacità di gestire una situazione di emergenza, senza il coraggio di azzardare scelte che, pur se difficili, erano d’obbligo.
Formazione ancora una volta ‘rimediata’ per Roberto Serniotti, che lascia in panchina Gigi Mastrangelo e Leonel Marshall, mentre fa sedere direttamente sugli spalti Cristian Savani, ancora alle prese con qualche problema fisico. La M.Roma si schiera quindi con Coscione in regia e Miljkovic opposto, Molteni e Romero a banda, Semenzato e Kooistra in attacco al centro con Henno libero. Per Cuneo Prandi risponde con Gonzales in palleggio con Lasko in diagonale, Wijsmans e Parodi martelli, Curti e Felizardo centrali e Vergnaghi libero.
La M.Roma parte subito in affanno, con evidenti problemi nella costruzione e nella continuità del gioco. Sotto di tre al primo time out tecnico, i verde-nero stentano in tutti fondamentali, mentre nell’altra metà campo tutto funziona perfettamente. Wijsmans e Lasko sfoderano tutto il loro repertorio in attacco, con una difesa incapace di reagire e di fronteggiare a dovere i loro colpi. Di contro l’attacco romano appare totalmente inefficace: solo Miljkovic, il più positivo dei suoi, non riesce a mettere a terra più di due palloni. Nel corso del set Cuneo non fa che incrementare il margine di vantaggio dagli avversari, con un gioco semplice ma molto fluido ed efficace. Il set si chiude con un + 9 per i piemontesi grazie ad un errore al servizio di Molteni.
Nel secondo parziale continua il monologo della Bre Banca. Lasko comanda sia in attacco che dai nove metri, da dove riprende a collezionare ace. Sul 4-11, dopo una serie di attacchi murati o assolutamente inefficaci dei romani, Serniotti decide per un cambio in regia: dentro capitan Tofoli al posto di Coscione. Sono troppe però le cose che non vanno oggi in casa M.Roma e i continui time out chiesti non riescono a risollevare una situazione che sia fa via via più imbarazzante. Romero fa errori su errori in tutti i fondamentali, ma il resto della squadra non si comporta meglio. Il parziale si chiude con un errore al servizio di Kooistra con il punteggio di 13-25.
Due ace di Wijsmans su Romero aprono il terzo set, che sin dall’inizio si annuncia disastroso per la M.Roma (3-8 alla prima sospensione tecnica). In attacco Miljkovic e Molteni cercano di limitare i danni ma Cuneo si mantiene stabilmente in vantaggio, incrementando il suo margine (9-21). Il pubblico, numerosissimo sugli spalti, cerca di spronare i ragazzi in campo con cori e incitazioni, ma i verde-nero sono totalmente assenti. In campo c’è una sola squadra, Cuneo.

Giulia Sampognaro

[01-04-2008]

 
Lascia il tuo commento