Giornale di informazione di Roma - Mercoledi 13 dicembre 2017
 
Seguici sui social:

 
 
 
 
 
Cronaca Roma
 
» Prima Pagina » Cronaca Roma
 
 

Case popolari a Ponte di Nona

''abbiamo paura delle occupazioni''

Da tre giorni il Comune ha consegnato le chiavi delle loro nuove case popolari, sono ora impegnati con il trasloco, sono 112 famiglie romane, regolarmente in graduatoria per l’assegnazione dei nuovi alloggi dell’Ater di via Caterina Usai, nel quartiere di Ponte di Nona.

C’è anche chi ha aspettato 20 anni per ottenere l’abitazione, ma gli assegnatari non dormono sonni tranquilli, gli episodi dei giorni scorsi hanno alimentato la paura che le loro nuove case vengano occupate.

“Siamo stanchi, siamo costretti a dormire qui per presidiare le case, non possiamo rischiare che vengano occupate –racconta un assegnatario delle case popolari- la notte scorsa sono entrati in un’abitazione, poi abbiamo chiamato la polizia. Ora la municipale presidia la zona”

Più di una volta, durante la notte, ci sono stati tentativi di forzare le abitazioni ed entrare. 24 ore su 24 la polizia municipale ora presidia la zona e anche i residenti si sono organizzati nonostante manchi ancora luce e gas.

“Anche senza luce e gas io rimango lo stesso – racconta Daniela, del comitato di quartiere- ci siamo organizzati. Ma siamo stanchi, è un continuo via vai di accampamenti e nomadi. Abbiamo formato un comitato per rendere più sicura questa zona, il nostro territorio è percepito come terra di confine tra municipi”.

"Appena abbiamo saputo che c'erano stati episodi di vandalismo e tentativi di occupare -spiega Fabrizio Scorzoni, presidente dell'VIII Municipio - abbiamo mandato una pattuglia della municipale che rimarrà nella zona fino a quando i cittadini non si saranno insediati completamente nelle abitazioni"

Ieri mattina il blitz dei vigili urbani; gli uomini dell’ottavo gruppo guidati da Antonio di Maggio hanno sgomberato decine di baracche abusive. ma ci sono ancora almeno 15 roulotte abitate da famigle rom, proprio accanto alle nuove case popolari.

 
 

[06-03-2008]

 
Lascia il tuo commento
 
 
 
  CORRELATE