Giornale di informazione di Roma - Sabato 16 dicembre 2017
 
Seguici sui social:

 
 
 
 
 
Cronaca Roma
 
» Prima Pagina » Cronaca Roma
 
 

Ciclista ucciso per rapina

''fu omicidio volontario''

I colpi che uccisero Luigi Moriccioli, il ciclista preso a bastonate lo scorso agosto a Tor di Valle, e morto dopo 50 giorni di agonia, non furono "preterintenzionali", ma vennero inferti con l'intenzione di uccidere. Il giudice dell'udienza preliminare Sante Spinaci avrebbe dovuto pronunciarsi sulla richiesta di condanna a 22 ann iper Relu Margelu per omicidio preterintenzionale. A sorpresa, invece, ha deciso di restituire gli atti al Pm, cambiano l'imputazione in "omicidio volontario". "L'aggressore colpì alla testa, non poteva non immaginare le conseguenze".

Nuovo scenario, nuova linea difensiva anche per l'avvocato del rumeno, Sonia Tiberi: "Avevamo scelto il rito abbreviato, ma adesso il quadro cambia. La violenza del colpo fu aumentata dalla velocità con cui la bicicletta procedeva sulla pista ciclabile".

 
 

[26-02-2008]

 
Lascia il tuo commento
 
 
 
  CORRELATE