Giornale di informazione di Roma - Domenica 17 dicembre 2017
 
Seguici sui social:

 
 
 
 
 
Cronaca Roma
 
» Prima Pagina » Cronaca Roma
 
 

Tolto il blocco dei tir

Roma riparte da sabato

Il ritorno alla normalità è previsto entro 48 ore, dopo 3 giorni di paralisi per lo sciopero degli autotrasportatori. Resta l'incognita prezzi: si temono rincari.

Le principali associazioni di categoria, al termine di un lungo incontro a palazzo Chigi, hanno sospeso il fermo che ha di fatto paralizzato l'Italia, rimasta quasi a secco di carburante e generi alimentari di prima necessità. Ma perché la benzina torni a rifocillare le auto e due ruote, dovremo aspettare sabato.

Lungo le strade e le autostrade i tir in serata hanno cominciato a togliere i blocchi iniziati domenica notte, anche se non tutti smobilitano. I disagi per i cittadini, comunque, continueranno: per tornare alla normalità e ad un servizio efficiente ci vorranno non meno di 48 ore per quanto riguarda benzina e gasolio e una settimana, secondo la Coldiretti, per la distribuzione dei generi alimentari.

La procura di Roma ha aperto un'inchiesta sul blocco - esclusivamente per quanto riguarda la zona di Roma Sud (il resto delle zone attorno alla capitale è di competenza delle procure di Rieti e Tivoli) - ipotizzando il reato di interruzione di pubblico servizio. Sul tavolo dei procuratori aggiunti Gianfranco Amendola e Nello Rossi e del pm Rodolfo Sabelli è arrivata un'informativa della polizia contenente i numeri di targa dei camion che hanno attuato i blocchi. Nei prossimi giorni i proprietari dei mezzi saranno identificati. L'indagine romana e' stata aperta proprio perché, oltre ad impedire il passaggio delle auto, il fermo ha paralizzato la circolazione di benzina e generi alimentari.

Risolta la grana politica restano i disagi per i cittadini, i ritardi nella fornitura di farmaci agli ospedali, i problemi per le fabbriche, con gli stabilimenti Fiat che riprenderanno l'attività oggi. I problemi piu' seri sono comunque quelli legali alla mancanza di benzina e gasolio: se sulle autostrade non c'è stata la serrata totale dei distributori perché le riserve erano maggiori (secondo Autostrade è disponibile gasolio nel 70% delle aree di servizio della rete e benzina nel 90%), nelle città la maggior parte dei benzinai è rimasta a secco e i pochi aperti hanno finito ben presto le scorte, presi d'assalto da lunghe code di automobilisti inferociti.

 
 

[13-12-2007]

 
Lascia il tuo commento
 
 
 
  CORRELATE