Giornale di informazione di Roma - Sabato 16 dicembre 2017
 
Seguici sui social:

 
 
 
 
 
Cinema
 
» Prima Pagina » Cinema
 
 

Stardust

di Matthew Vaughn. Con Charlie Cox, Michelle Pfeiffer, Rober De Niro

di Svevo Moltrasio

Tristan oltrepassa il muro invalicabile del proprio mondo per trovare una stella cadente da consegnare alla propria amata. Ma il viaggio sarà più complicato del previsto, e le avventure lo porteranno vicino a personaggi più o meno pericolosi.

Opera seconda dell’inglese Matthew Vaughn, STARDUST è l’adattamento di una novella co-sceneggiato dallo stesso regista. Nonostante un cast di grande rilievo, con nomi come la Pfeiffer, De Niro e Peter O’Toole, solo per citarne alcuni, il film è stato un mezzo fiasco al botteghino statunitense, e anche da noi non sembra andare meglio.

Forse i produttori e i distributori speravano di cavalcare l’onda dei vari SIGNORI DEGLI ANELLI e di tutti i fantasy che si sono visti, con più o meno successo, negli ultimi anni hollywoodiani. Cosa c’è che non va in questo STURDUST? Oltre a non avere un vero nome trainante per gli ultimi tempi, le stesse star citate in precedenza non vengono da una serie di successi, il film ha sicuramente il difetto di non aver identificato bene un proprio pubblico. Le atmosfere della pellicola fanno tornare alla mente il fantasy anni 80, dove più che al ritmo serrato e agli effetti, ci si soffermava sui personaggi, spesso strampalati, o su le atmosfere.

Infatti, se il film di Vaughn, per lungo tempo non brilla per tensione e fluidità narrativa, ha però il grande pregio di evitare scialbi effetti digitali, e di cercare di creare un mondo abitato da esseri ben identificabili dallo spettatore. E la raffinata malinconia e ironia di cui sono conditi i personaggi, su tutti un irresistibile pirata dal doppio animo interpretato da un redivivo De Niro, impreziosiscono la pellicola con qualità più adatte ad un pubblico non troppo infantile. STURDUST è forse il triste sintomo che il gusto negli anni è cambiato, e che i videogames hanno imposto, degradandolo, una nuova marcia al cinema.

 


Secondo te quanti euro merita??
 
 
TAG: - Vaughn
 

[28-10-2007]

 
Lascia il tuo commento
 
 
 
  CORRELATE