Giornale di informazione di Roma - Sabato 01 ottobre 2016
 
Seguici sui social:

 
 
 
 
 
Cronaca Roma
 
» Prima Pagina » Cronaca Roma
 
 

Studenti ed insegnanti in piazza, dall'Esquilino fino al Ministero dell'Istruzione

sfila la protesta del mondo dell'istruzione. "N servi n clienti"

Studenti dei licei di Roma, insegnanti, precari della scuola sono scesi in piazza per protestare contro i tagli al settore e contro -dicono- il progressivo decadimento del sistema d'istruzione italiano dovuto spoprattutto alla carenza di fondi. Il corteo ha sfilato attraverso il cuore della città partendo da piazza della Repubblica ma con deviazioni improvvise di percorso. Alcuni rappresentanti degli studenti hanno infatti chiesto ed ottenuto dalla Questura di cambiare itinerario e di poter raggiungere il ministero dell'Istruzione in viale Trastevere. Il serpentone composto da migliaia di ragazzi è arrivato fino a sotto il MIUR chiedendo a gran voce le dimissioni del minitro Francesco Profumo. La polizia municipale ha approntato chiusure a soffietto delle strade interessate dal passaggio della manifestazione, il corte ha causato qualche disagio agli automobilisti meno informati, che sono incappati nel percorso.

Il corteo si è svolto senza alcuna tensione ed i ragazzi hanno dato appuntamento a mercoledì 14 novembre, quando migliaia di persone scenderanno in piazza ancora a Roma sempre per protestare contro i tagli alla scuola al grido: "Riprendiamoci tutto". "Questo è solo l'inizio - hanno sottolineato dai megafoni alcuni rappresentatni- scenderemo in piazza altre volte, a cominciare dal 14 novembre''.

[10-11-2012]

 
Lascia il tuo commento