Giornale di informazione di Roma - Domenica 25 settembre 2016
 
Seguici sui social:

 
 
 
 
 
Cinema
 
» Prima Pagina » Cinema
 
 

Red Lights

di Rodrigo Cortés. Con Robert De Niro, Sigourney Weaver, Cillian Murphy

di Rosario Sparti

La psicologa Margaret Matheson e il suo assistente studiando le attività paranormali, sono portati a indagare sulla figura di un medium molto famoso, rimasto rintanato per trent’anni, fino a quando non decide di tornare alla sua professione.

Rodrigo Cortés, dopo il buon successo di pubblico e critica ottenuto con l'asfissiante BURIED, ritorna in sala con una storia che teneva nel cassetto già ben prima d'esordire alla regia. Nel mettere in scena questa storia ambientata nel mondo del paranormale, il regista, ha creato un cast importante con nomi come Robert De Niro, Sigourney Weaver e Cillian Murphy.

Come nel film precedente, il regista, gioca tutto sulla suspense, direzionando l'attenzione dello spettatore in modo che possa prevedere quanto accadrà a breve,  per poi rimanere spiazzato. La costruzione della tensione, così come una certa passione nella descrizione dei personaggi, è una delle carte vincenti del film ma che, pian piano, va sbandando per scadere nel ridicolo involontario. Se sono troppe le strade che vengono intraprese, allo stesso tempo molte suonano scontate o piatte per venire talvolta addirittura abbandonate durante lo svolgersi della vicenda.

E' scontato osservare come il ruolo dei colpi di scena nella struttura narrativa sia strettamente correlata al soggetto stesso dell'opera, purtroppo sul ruolo dello sguardo nel sottile gioco di distrazione dello spettatore è  già stato detto molto  e meglio nel capolavoro di Christopher nolan. THE PRESTIGE. Un buon cast così non può nulla contro la debacle contro la quale va incontro il film nel suo avvicinarsi al finale.In questo caso il regista cerca di spiazzarci ma il trucco c'è e si vede.

Guarda il Trailer
 


Secondo te quanti euro merita??
 
 
 

[07-11-2012]

 
Lascia il tuo commento
 
 
 
  CORRELATE