Giornale di informazione di Roma - Martedi 27 settembre 2016
 
Seguici sui social:

 
 
 
 
 
Cronaca Giudiziaria
 
» Prima Pagina » Cronaca Roma » Cronaca Giudiziaria
 
 

Storace assolto in appello per la vicenda Laziogate

"E' finito un calvario durato sette anni. Non sono riusciti a togliermi l'identitą"

Francesco Storace, ex presidente della Regione Lazio ed oggi consigliere regionale e leader de La Destra è stato assolto con la formula piena "perché il fatto non sussiste". La vicenda giudiziaria riguarda la presunta incursione illecita nella banca dati dell'anagrafe del Comune di Roma e all'attività di spionaggio compiuta ai danni di Alternativa Sociale, il movimento guidato da Alessandra Mussolini, nella primavera del 2005. I giudici della I corte d'appello di Roma, presidente Eugenio Mauro, hanno fatto cadere le accuse nei confronti anche del suo ex portavoce Nicolò Accame, che in primo grado aveva avuto 2 anni. Assolti Mirko Maceri, che era ex direttore di Laziomatica; cosi' come l'avvocato Romolo Reboa (che presento' l'esposto a suo tempo contro As); e Nicola Santoro, figlio del magistrato della commissione elettorale presso la corte d'appello di Roma che escluse Alternativa Sociale dalle elezioni. Avevano avuto un anno. Cadute le contestazioni anche per l'allora vicepresidente del consiglio comunale per An, Vincenzo Piso (per cui anche in primo grado la Procura aveva chiesto l'assoluzione). Unica condannata, Tiziana Perreca, ex collaboratrice dello staff di Storace, che ha avuto 6 mesi per favoreggiamento. Confermata l'assoluzione di Daniele Caliciotti, l'ex dipendente di Laziomatica. E nei suoi confronti non era stata appellata la sentenza

''Oggi è finito un calvario durato sette anni''. Non trattiene le lacrime Francesco Storace alla lettura della sentenza della corte d'Appello di Roma che lo ha assolto nella vicenda ribattezzata come Laziogate. ''All'epoca questa vicenda, per la quale mi sono dimesso da ministro della Sanità, venne definita uno scandalo - ha ricordato dopo la lettura della sentenza il leader della Destra -. Oggi scopriamo che il fatto non sussiste e posso dire che non sono riusciti a togliermi la dignita''.

Montino - "Do atto a Storace di aver accettato senza eccessivi vittimismi il percorso della giustizia che lo portato all'assoluzione per il caso Laziogate. Una storia lunga che si è conclusa positivamente per lui. A Storace vanno i miei complimenti", dice Esterino Montino, capogruppo Pd del Consiglio regionale.

Polverini - ''L'assoluzione di Francesco Storace è davvero una bella notizia''. Ha detto la presidente della Regione Lazio Renata Polverini. ''Una decisione che accogliamo con grande soddisfazione - prosegue - e che arriva, dimostrando che il fatto non sussiste, dopo sette lunghi anni che Francesco ha vissuto, difendendosi durante tutto il processo, senza rinunciare al proprio impegno politico, portato avanti con la passione e la determinazione di sempre. A lui vanno le nostre congratulazioni''.
 
 

[30-10-2012]

 
Lascia il tuo commento
 
 
 
  CORRELATE