Giornale di informazione di Roma - Lunedi 11 dicembre 2017
 
Seguici sui social:

 
 
 
 
 
Cronaca Roma
 
» Prima Pagina » Cronaca Roma
 
 

Sequestro di oggetti griffati

tre milioni di euro tra capi ed accessori ''made in China''

la merce contraffatta dalla Guardia di Finanza

Oltre cinquecentomila tra capi di abbigliamento ed accessori, con falso marchio "Dior", "Louis Vuitton", "Gucci", "Prada", "Nike", "Hermes", "Winnie the Pooh", "Hello Kitty", "Timberland", penne "Mont Blanc", memory card e joystick per "Play Station 2", iPod "Apple", giochi per "Game Boy" e, perfino, lamette "Gillette", il tutto taroccato, per un valore complessivo pari a tre milioni di euro sono stati sequestrati dalla guardia di finanza e dal servizio antifrode della dogana degli scali romani di Fiumicino e Ciampino.

Le indagini sono durate circa sei mesi e hanno permesso di scoprire che il materiale contraffatto, che giungeva via aerea dalla Cina presso gli scali della Capitale, veniva acquistato principalmente via internet su diversi siti, con bonifici bancari o, più spesso, con carte prepagate. Proprio seguendo queste spedizioni, è stato possibile individuare circa 500 acquirenti, localizzati su tutto il territorio nazionale, molti dei quali, organizzando veri e propri commerci clandestini, rivendevano, a loro volta, i prodotti illegali sul web, con ingenti profitti.

I responsabili sono stati denunciati all'autorità giudiziaria per importazione, commercializzazione e ricettazione di materiale contraffatto. I primi accertamenti tecnici hanno evidenziato che i prodotti, anche se realizzati con particolare cura, tanto da sembrare assolutamente identici agli originali ed in grado di ingannare anche l'acquirente più attento, sono potenzialmente pericolosi per la sicurezza dei consumatori.

 
 

[08-06-2007]

 
Lascia il tuo commento
 
 
 
  CORRELATE