Giornale di informazione di Roma - Mercoledi 28 settembre 2016
 
Seguici sui social:

 
 
 
 
 
Cronaca Roma
 
» Prima Pagina » Cronaca Roma
 
 

Assemblea capitolina, riprende la discussione su Acea

Onorato: "Muro contro muro Pd - Pdl". Marroni: "No alla svendita Acea"

E’ ripresa questo pomeriggio in Assemblea capitolina la discussione sull’ormai famosa delibera 32 che prevede la vendita del 21% di alcune quote della municipalizzata Acea. Sentiamo le interviste al presidente della commissione bilancio e consigleire Pdl Federico Guidi, il capogruppo Pd Umberto Marroni e il capogruppo udc Alessandro Onorato.

"Abbiamo approndato un maxiemendamento nel quale abbiamo cercato di aprire alle ragioni dell'opposizione -ha detto il presidente della commissione bilancio Federico Guidi- abbiamo fatto un testo di sintesi augurandoci che il confronto sia più pacato. Bloccare l'Assemblea capitolina con un ostruzionismo sterile è un atto di mancato rispetto alla città".

Marroni - "Siamo contrari alla privatizzazione di Acea -capogruppo Pd Umberto Marroni- Il sindaco purtroppo ha scelto una linea contraria al voto dei cittadini romani che hanno votato nel referendum contro la privatizzazione dell'acqua. Continuiamo questa battaglia anche perché sarebbe una vera e propria svendita, considerando che il titolo Acea è ai minimi storici".

Onorato - "E' un muro contro muro Pdl - Pd -dice Alessandro Onorato, capogruppo Udc- Ci sono due errori clamorosi: il primo è che il sindaco non ha colto la palla al balzo cercando di realizzare un'unica holding che farebbe risparmiare alle casse del Campidoglio rispetto alle 118 società municipalizzate che ci sono ora. Alemanno si è invece concentrato esclusivamente sulla vendita di Acea. C'è poi il Pd che, a mio parere, non è in grado di fare alcuna proposta alternativa".

Riguardo al maxiemendamento di cui parlava il presidente della commissione Bilancio Guidi ci sarebbe un giallo: il testo consegnato al segretario generale infatti sarebbe quello precedentemente depositato in commissione e non quello effettivamente discusso ed approvato. Insomma un problema tecnico dovuto ad un “errore” che potrebbe allungare ancora di più i lavori dell’assemblea capitolina.
 
 

[02-07-2012]

 
Lascia il tuo commento
 
 
 
  CORRELATE