Giornale di informazione di Roma - Venerdi 30 settembre 2016
 
Seguici sui social:

 
 
 
 
 
Cinema
 
» Prima Pagina » Cinema
 
 

Cosmopolis

di David Cronenberg. Con Robert Pattinson, Paul Giamatti

di Svevo Moltrasio

In una New York agitata dalla visita del Presidente, si muove una limousine con all'interno il giovano Eric Parker. Giovanotto miliardario, Eric, è pero' ad un passo dal fallimento e le ore in mezzo al traffico lo costringeranno a prenderne coscienza.

David Cronenberg torna con un film presentato di nuovo in concorso a Cannes. Tratto da un romanzo di Don DeLillo, è sceneggiato dallo stesso regista. In un cast estremamente numeroso, con attori noti impegnati anche in ruoli di poche battute, a fare da protagonista è il giovane Robert Pattinson.

Ambientato perlopiù all’interno di una limousine, il film si articola lungo le ore di una giornata che vede il protagonista alle prese con diversi incontri. Giovane arricchito dell’alta finanza, il protagonista sembra interessato solo dal sesso, dalle forti emozioni e dal fido barbiere dove vuole assolutamente andare a tagliare i capelli. Fuori il caos di un mondo schiacciato dalla crisi economica, dove terrorismo e violenza sembrano divampare.

Cronenberg dipinge immancabilmente un ritratto estremamente cupo, giocando di contrasti e lavorando su lunghi dialoghi. Più si va avanti e più il protagonista perde il suo aplomb e la perfezione stilistica che lo caratterizza nelle prime battute finisce per essere lacerata, in un percorso di autodistruzione fisica e morale. Il problema è che siamo dalle parti del cinema più cervellotico dell’autore, troppo scritto, pensato, dove dialoghi fin troppo ermetici complicano, volontariamente, la comprensione degli avvenimenti. Il fascino di alcune soluzioni rischia, a conti fatti, di essere schiacciato dalla fatica della visione.
 



votanti: 4
Secondo te quanti euro merita??
 
 
 

[25-05-2012]

 
Lascia il tuo commento
 
 
 
  CORRELATE