Giornale di informazione di Roma - Giovedi 29 settembre 2016
 
Seguici sui social:

 
 
 
 
 
Il pallonaro Roma
 
» Prima Pagina » Sport Roma » Il pallonaro Roma
 
 

Roma, Luis Enrique pensa solo al Chievo

Archiviato il pareggio contro il Napoli l'allenatore giallorosso vuole rimanere in lotta per l'Europa

"Futuro? Non ho nessun pensiero nella mia testa che non sia quello di preparare questa partita. Prima cerchiamo di battere il Chievo e poi andiamo a giocare la seconda delle ultime tre sfide. Siamo in una situazione in cui non abbiamo tempo, se facciamo ancora una sconfitta non saremo più nella lotta, quindi pensiamo a questa partita". Luis Enrique pensa solo alla partita di domani contro il Chievo e non pensa ad altro. La sua Roma deve cercare di vincere la partita con il Chievo per continuare a sperare in un posto in Europa. "Scarico? Io sono molto motivato per fare questa partita, non è cambiato niente da due o tre giorni fa. Ci stiamo vedendo troppo per me in questi giorni e non è cambiato niente. Se mi sento solo? No". "A me interessa lavorare e non parlare. Sono orgoglioso di essere della Roma. A fine stagione ci sono solo due possibilità rimanere o andare via. Ho detto tante volte che sono un allenatore diverso e siccome è così dirò a fine stagione tutto alla società e prenderemo una decisione. Io lo so al 100% quello che devo fare", aggiunge il tecnico della Roma. 

"Ho visto tante volte i ragazzi delusi perchè non siamo riusciti a farcela e le volte che non è successo ho sempre visto la delusione. Ma quello che conta sono i risultati e anche se non sono disastrosi, qualche sconfitta l'abbiamo avuta sotto il nostro livello e quello che dispiace di più è che i tifosi pensino che non ce l'abbiamo messa tutta. Giochiamo per vincere le partite, non per pareggiarle, qualche volta per vincere abbiamo perso, è il rischio che si corre, ma io me lo assumo", aggiunge Luis Enrique fotografando la stagione della Roma, fatta di alti e bassi. Per l'asturiano comunque non è momento di rimpianti. "Farli fra di noi non serve a nulla, certo che abbiamo sprecato tante opportunità durante la stagione, pure questa con la Fiorentina, è successo, è un peccato vedendo che saremmo potuti stare lì". Con il Chievo la Roma avrà qualche assenza in attacco , ma il tecnico non parla di emergenza. "Contro il Chievo emergenza in attacco? No. È vero che Bojan ha un problema al polpaccio e sarà complicato averlo, ma posso avere Tallo o Piscitella", dice Luis Enrique che dovrà fare a meno anche degli squalificati Osvaldo e Lamela. "Il Chievo è pericoloso, una squadra difficile con un sistema di gioco che prosegue da tempo. Spero di vedere la Roma più vicina alla partita di Napoli che nelle precedenti. In trasferta siamo in difficoltà. C'è tantissimo equilibrio in campionato e nessuno può avere alcuna certezza. Stekelenburg? Penso che non ci sarà, avverte ancora dolore alla spalla e ieri non ha fatto l'allenamento".Contro i clivensi la Roma potrà contare di nuovo su De Rossi che Luis Enrique non schiererà in difesa. "Contro la Fiorentina ha giocato regista: ha giocato centrale con Juve e Udinese. Domani giocherà a centrocampo".
 
 

[30-04-2012]

 
Lascia il tuo commento
 
 
 
  CORRELATE