Giornale di informazione di Roma - Venerdi 30 settembre 2016
 
Seguici sui social:

 
 
 
 
 
Cronaca Roma
 
» Prima Pagina » Cronaca Roma
 
 

Roma soffoca nello smog

livelli di polveri sottili spesso sopra i valori di legge

La città soffoca nello smog e rischia di perdere l’udito per i rumori assordanti. E’ la diagnosi che il “treno verde” fa di una capitale a dir poco malata. La campagna portata avanti da Legambiente e Ferrovie dello stato rileva (e rivela) dati allarmanti, confermati anche da Arpa lazio.  Partiamo dalla qualità dell’aria: le analisi condotte negli ultimi giorni hanno evidenziato un livello di polveri sottili, le cosiddette pm10, che nell’insieme supera di ben 20 microgrammi per metro cubo il limite giornaliero.

Insomma inquinamento atmosferico preoccupante, al pari di quello acustico: sia nelle ore diurne che in quelle notturne i  valori rilevati dai fonometri  superano i settanta decibel. Per avere un parametro di riferimento basti pensare che l’organizzazione mondiale della sanità individua i livelli di tolleranza in 65 decibel di giorno e 55 di notte. “La salute dei cittadini è sempre più a rischio”, averte il presidente di Legambiente Lazio Lorenzo Parlati, che individua in polveri e rumore serie minacce anche per i monumenti. La soluzione? Affidarsi ai mezzi pubblici. Magari ai treni regionali, grazie ai quali, secondo ferrovie dello stato si risparmiano all’atmosfera 140 mila tonnellate di polveri sottili all’anno e ben 250 mila tonnellate di anidride carbonica. Peccato che il servizo lasci a desiderare: ritardi, treni stracolmi, pendolari in piena odissea: una situazione documentata in passato anche dalle nostre telecamere, come nel caso della linea tra Lunghezza e Roma Termini.
 
 

[19-03-2012]

 
Lascia il tuo commento
 
 
 
  CORRELATE